Ambiente

La transizione ecologica del mercato finanziario passa da Trento: a febbraio una fiera per banche e imprese green

Per quattro giorni Trento sarà la capitale europea della riqualificazione energetica degli edifici ed in particolare degli strumenti che permettono di finanziare gli interventi ad alta efficienza. Dal 13 al 16 febbraio nel capoluogo si terrà la “EEMI Bauhaus Week” dal titolo “Combining smart digital & sustainable solutions to change the market paradigm”. Una settimana ricca di eventi, che vede protagonisti gli istituti di credito nazionali e mondiali, una fiera con startup green da tutta Europa ed esperti internazionali di Rating. L’evento è organizzato all’interno di EEMI – Energy Efficiency Mortgage Initiative e ha come focus il mercato dei mutui “verdi”, ovvero quei prodotti finanziari che, valutando il risultato di una riqualificazione energetica, premiano gli interventi più efficienti e la filiera green, in modo da garantire un efficace sistema che supporti il cliente ad effettuare interventi di efficientamento energetico della propria abitazione. Insomma una finestra sull’Europa che sarà occasione di dialogo sull’attuazione delle politiche di decarbonizzazione, e permetterà di presentare i risultati del progetto EEMMIP, di cui la Provincia autonoma di Trento è partner.

La prima edizione della EEMI Bauhaus Week, prevede quattro giorni di incontri, dialoghi, scambi e formazioni, ma anche una fiera dedicata alle startup e momenti conviviali che saranno occasione di scambio e di presentazione della realtà economica, dello spirito innovativo e dell’impronta green del Trentino.

Lunedì 13 febbraio nel palazzo provinciale di piazza Dante – l’evento è su invito – si terrà la riunione della piattaforma delle banche italiane, che vede anche l’adesione del sistema del credito cooperativo trentino, con alcune Casse Rurali che hanno già etichettato alcuni loro prodotti. Verranno presentati i risultati del progetto europeo EEMMIP, del quale la Provincia autonoma di Trento è partner attraverso l’Agenzia Provinciale per le Risorse idriche e l’Energia, che ha previsto la valutazione dei prodotti finanziari verdi a livello europeo e la promozione dei prodotti “green” attraverso una apposita etichetta europea Inoltre la giornata ospiterà anche un momento legato al progetto europeo Prepair – del quale la fiera delle startup è una site visit – proponendo un momento di confronto riguardante la riqualificazione energetica dei condomini.

Martedì 14 febbraio a Trento è prevista una fiera internazionale delle startup e piccole-medie imprese che hanno attività innovative in termini di efficienza energetica e facilitazione agli operatori della filiera. L’occasione sarà importante per conoscere le idee e mettere in contatto imprese e finanziatori di calibro internazionale. Nella stessa giornata si svolgeranno in parallelo due eventi formativi di calibro più bancario/finanziario. Ci sarà la possibilità di approfondire quanto sta accadendo a livello comunitario in termini di tassonomia e investimenti legati all’efficienza energetica, opportunità formativa e di crescita per gli istituti di credito nazionali e locali. In un altro evento saranno invece presenti esperti di valutazione a livello mondiale per valutare le politiche verdi nei prodotti finanziari. Inoltre ci sarà un importante approfondimento sul tema dell’obiettivo “zero emission” legato agli edifici e alla decarbonizzazione del patrimonio edilizio. Tra gli ospiti di rilievo, un rappresentante della Commissione europea ma anche Kurt Usowsky, vice segretario aggiunto del dipartimento sviluppo urbano degli Stati Uniti, importanti funzionari
della Banca Centrale Europea e della Banca centrale ungherese.

Mercoledì 15 febbraio il tema sarà quello legato al cambio di paradigma del mercato attraverso l’attuazione di soluzioni sostenibili e digitali. Il convegno, che si terrà in sala Depero nella sede di rappresentanza di piazza Dante, vedrà un importante scambio di esperienze a livello internazionale partendo dal tema delle città e arrivando all’edificio, parlando di clima, efficienza energetica e finanziamenti verdi. Tra i relatori di spicco, Luca Bertalot segretario generale della Federazione Europea dei Mutui, ma anche Csaba Kandrács governatore della Banca centrale ungherese, Kurt Vandenberghe, della direzione generale per le azioni climatiche della Commissione Europea.
Giovedì 16 febbraio invece si riuniranno a porte chiuse i comitati che si occupano dei progetti EEM ed EEMI
Nell’organizzazione di questo evento, il cui coordinamento a livello provinciale fa capo all’Agenzia Provinciale per le Risorse Idriche e l’Energia, giocano un ruolo importante anche Trentino Sviluppo che collabora per la realizzazione della fiera delle Startup e il gruppo Cassa Centrale Banca che rappresenta le Casse Rurali del territorio e aderisce con i suoi prodotto al label EEMMIP.

“Nella transizione ecologica è facile parlare di necessità di riqualificare gli edifici e di obiettivi da raggiungere, – spiega il vicepresidente e assessore all’Urbanistica, Ambiente e Cooperazione Mario Tonina – la difficoltà sta nel mettere in pratica gli obiettivi che ci si è dati ed innescare le azioni da parte dei cittadini. Per questo è fondamentale il ruolo di chi finanzia i lavori per la parte non coperta da incentivo pubblico. Banche che premiano chi è virtuoso e valorizzano una filiera efficiente, sul territorio, possono fare la differenza e dare fiducia a chi vuole attivarsi perché si vuol premiare il risultato. Un modello che si cerca di attivare a livello locale e siamo orgogliosi che Trento sia stato scelto per questo evento, che fa da ponte tra Bruxelles e le nostre realtà virtuose che sono un esempio di eccellenza trentina.”

Tags
Secolo Trentino