Galateo "Stop assistenza economica a chi commette reati"
Galateo "Stop assistenza economica a chi commette reati"
Politica locale

Polo giudiziario Bolzano, fumata nera. Parla Galateo

Respinta oggi in Consiglio regionale la mozione di Fratelli d’Italia che chiedeva alla Giunta di assumere ogni iniziativa di competenza per prevedere il rispetto di tempi certi per la realizzazione del nuovo Polo della Giustizia di Bolzano assicurandosi che in tale struttura possano trovare sede tutti gli uffici giudiziari presenti a Bolzano in siti in affitto.

“La regione – ricorda il consigliere Marco Galateo – spende ogni anno oltre 1 milione e trecentomila per l’affitto degli uffici giudiziari a Bolzano. Già nel 2018 la Giunta regionale ha approvato uno schema di convenzione, in base alla quale la Provincia di Bolzano avrebbe dovuto provvedere  all’affidamento e all’esecuzione delle varie fasi di progettazione e realizzazione dei lavori concernenti un Polo della Giustizia nella città di Bolzano da attuare previa demolizione dell’edificio regionale sito in viale Duca d’Aosta n. 40, e ricostruzione di un nuovo immobile. Ma trascorsi quattro  anni ancora  nulla è stato ancora fatto. L’opera era peraltro presente  nella lista di 222 opere edili da realizzare nel biennio 2020-2022 approvata dalla Giunta provinciale di Bolzano”.

“Apprezziamo – ha replicato in aula il consigliere Galateo – che l’assessore Deeg ammetta il ritardo nell’avvio degli interventi  e dia delle risposte molto complete e  rassicuranti, ma che  più o meno si sintetizzano così:  avete ragione in quello che scrivete, ma la mozione ve la bocciamo comunque”.

“Purtroppo, la sensazione è che il documento non è stato accolto non per come formulato, peraltro con un impegno che sostanzialmente va, come confermato dall’assessora Deeg, nella direzione che prenderà la Provincia, ma solo perché presentato dall’opposizione. La solita pregiudiziale ideologica” –  ha commentato a margine Galateo. 

Secolo Trentino