Aria pulita nella Ski Area San Pellegrino

0
42

Nella Ski Area San Pellegrino splende il sole e tutto funziona a pieno ritmo. La sciabilità è ottima e le piste sono molto apprezzate sia dai principianti che dagli sciatori più esperti. Le strutture alberghiere, i rifugi e le scuole di sci stanno lavorando bene e per l’ultimo dell’anno e l’Epifania si attende un ulteriore incremento di arrivi anche dall’estero.

“Per quanto riguarda le festività natalizie i numeri sono in linea con quelli delle altre stagioni”
afferma Renzo Minella, direttore marketing della Ski Area San Pellegrino. “Il grande lavoro fatto ad inizio dicembre sta dando i suoi frutti, la nostra offerta sciistica e turistica è varia e completa. Certamente il panorama risente della mancanza di neve, ma per chi vuole sciare non manca nulla e poi la gente sceglie la montagna anche per respirare aria pura e concedersi un po’ di relax.”

E nella Ski Area San Pellegrino l’aria è veramente pulita. In queste giornate di massima emergenza ambientale in tutte le città grandi italiane, i dati rilevati dalla stazione di monitoraggio dell’aria gestita dal CNR di Venezia (Consiglio Nazionale delle Ricerche) sul Col Margherita (2550 m), dimostrano come qui la qualità dell’aria sia molto pura, con livelli di inquinanti bassissimi e paragonabili a quelli rilevati in stazioni remote, sia alpine d’alta quota (Jungfrau, Svizzera, 3500 m) che artiche (Svalbard, 79°N). In particolare il livello di mercurio, uno degli inquinanti più temibili sia per la sua tossicità che per la sua persistenza nell’ambiente, è inferiore ad 1 nanogrammo su metro cubo di aria. Concentrazioni paragonabile a quanto rilevato nella stazione polare italo-francese di Concordia, sul plateau antartico, ad a una quota di 3200 m.

Comments

comments