Bezzi: “Pericolo orso in Val del Chiese”

0
365
Giacomo Bezzi

Giacomo Bezzi ha preso in carico la questione Orso in valle del Chiese: “Sono arrivate segnalazioni di diverse incursioni predatorie e avvistamenti avvenute nei giorni scorsi, in varie località della Valle del Chiese nei pressi di Roncone. L’orso si è reso protagonista dell’attacco ad un recinto di bestiame sulla strada che porta all’ex rifugio Rocca, mentre in un’altra incursione ha preso di mira le arnie di un apicoltore, distruggendo alveari e quant’altro. Inoltre vi sono stati altri episodi di solo avvistamento del plantigrado che hanno provocato apprensione nelle persone che risiedono in zona.”

La Provincia dovrà rendere conto di che esemplare e della sua eventuale prole, pericolosità e se si tratta di un esemplare osservato e monitorato: “Si presume che gli episodi siano stati segnalati al Servizio provinciale competente. La preoccupazione evidenziata dalle persone è dovuta al ripetersi di incursioni ravvicinate e adiacenti alle abitazioni; la gente vuole sapere se si tratta di un esemplare pericoloso.” Ha detto alla stampa Giacomo Bezzi. Per questo Giacomo Bezzi ha presentato interrogazione in Provincia.

L’orso, di recente, si è reso protagonista di diversi episodi di agressione a danno non solo di piccoli animali, come le api, ma anche di animali più grossi, di recente un asino. Il problema Trentino annoso di conseguenza torna ad essere, ogni estate ed ogni inverno, quello della convivenza tra orso e turisti. Nelle stagioni intermedie quello tra allevatori e agricoltori e orso stesso. La PAT ad oggi non ha trovato metodologia per rispondere puntualmente ai problemi che l’adozione del plantigrado porta con sé.