Forza Nuova sotto la sede di Repubblica: “contro le menzogne dei pennivendoli di regime”

La rivendicazione di Forza Nuova Roma, scrive lo stesso movimento politico su Facebook, è stata tuttavia attuata per una causa ben precisa: "Torce accese per 'illuminare' la verità contro le menzogne dei pennivendoli di regime"

0
269

“Fascismo, spedizione di Forza Nuova sotto la sede di Repubblica: militanti mascherati lanciano fumogeni”. Questo è quanto si legge in un tweet del quotidiano La Repubblica, che sul suo sito precisa: “Un gruppetto di militanti mascherati, che esponevano una bandiera di Forza Nuova e un cartello con la scritta ‘Boicotta Repubblica e L’Espresso’, ha acceso fumogeni sotto la sede del giornale e letto un proclama di accuse alla redazione” si continua a leggere nel tweet di Repubblica.

La “spedizione”, così come si legge in un articolo pubblicato da Repubblica sulla vicenda e poi rilanciato da Ansa, “arriva mentre Repubblica porta avanti il suo lavoro di informazione sul diffondersi di episodi di fascismo e intolleranza nel paese, dall’irruzione di skinhead nella sede di una ong pro-migranti a Como, all’esposizione di una bandiera del secondo Reich – rivelatasi in un secondo momento una notizia non verain una caserma dei carabinieri a Firenze”.

La rivendicazione di Forza Nuova Roma, scrive lo stesso movimento politico su Facebook, è stata tuttavia attuata per una causa ben precisa: “Torce accese per ‘illuminare’ la verità contro le menzogne dei pennivendoli di regime e maschere sul volto. Ci siamo presentati così perché oggi rappresentiamo ogni italiano tradito da chi con la penna favorisce Ius soli, invasione e sostituzione etnica”. Proseguendo ancora: “Da oggi inizia il boicottaggio sistematico e militante contro chi diffonde la sostituzione etnica e l’invasione (…). Questi infami sappiano che non gli daremo tregua, li contesteremo ovunque. Boicotta De Benedetti, il Gruppo L’Espresso, La Repubblica, combatti il sistema”.

Uno dei militanti sarebbe successivamente stato fermato, mentre dalla politica, tra i primi a commentare la vicenda, c’è Matto Renzi, che commenta: “Solidarietà a Repubblica. Quel passato non tornerà”.

Comments

comments