Orsi e Lupi in Trentino: Dallapiccola risponde a Fugatti

0
44

La popolazione di orsi del Trentino e delle province e regioni adiacenti (popolazione delle Alpi centrali) era composta a fine 2014 da un numero minimo certo di 41 esemplari e da un massimo stimato di 51. Il dato è pubblico e pubblicizzato da marzo 2015 ed è rinvenibile anche online nel Rapporto orso 2014 (http://www.orso.provincia.tn.it/rapporto_orso_trentino/). Lo stesso Rapporto riferisce che i lupi individuati in Trentino (con sconfinamenti nelle province adiacenti di Verona e Bolzano) nel 2014 sono stati 13. Il Rapporto precisa anche la distribuzione geografica sia degli orsi che dei lupi. I prossimi dati demografici saranno disponibili e pubblicizzati a fine 2015, a completamento dell’attività di monitoraggio genetico in corso.
Non vi sono dati oggettivi per sostenere quanto ipotizzato dall’interrogante. Come noto esiste nelle popolazioni di orso una quota percentualmente ridotta di animali c.d. problematici, all’interno della quale si possono trovare anche esemplari che si avvicinano con una certa regolarità ai centri abitati. Per questi esemplari sono previste modalità di gestione specifiche, più severe, che prevedono anche la possibilità di rimozione.

Per quanto riguarda il turismo si fa rinvio a quanto già reso noto dalla scrivente Amministrazione con il comunicato stampa n. 2099 di data 27 agosto 2015 pubblicato sul sito istituzionale della Provincia. Nel comunicato si evidenziano, come riportato nel report dell’Istituto di statistica provinciale, risultati decisamente positivi per il turismo estivo in Trentino, sia in termini di arrivi che di presenze: a luglio +16,5% negli arrivi e +7,8% nelle presenze. Aggiungendo ai dati di luglio una stima basata sulla prima decade di agosto, è stato stimato un bimestre estivo centrale (luglio-agosto) avviato a segnare un +9,9% negli arrivi ed un +5,4% nelle presenze. Questi dati toccano, è da sottolineare, tutte le zone turistiche del Trentino, in particolare la montagna ed i laghi.
Per quanto riguarda l’alpeggio i dati a disposizione ad oggi non hanno evidenziato sinora flessioni od incrementi riferibili alla presenza dell’orso. Si ribadisce che non esistono motivi in base ai quali la gestione dell’orso e del lupo in Bassa Vallagarina debba essere esercitata con criteri diversi da quelli seguiti nel resto del territorio provinciale. Ciò, in concreto, significa che ogni qualvolta dovessero ricorrere le condizioni per la rimozione di un orso si procederà tempestivamente e senza tentennamenti come già si fece, ad esempio, nel caso dell’orso M11 sul monte Baldo.

Fonte: Pat

Comments

comments