ROBERTO MANCINI, EROE DEI NOSTRI TEMPI

0
22

Ci sono uomini che con la loro vita lasciano il segno nella gente, un segno profondo di stima, di riconoscenza e in certo senso d’amore: parliamo di Roberto Mancini, poliziotto, che ha dato la sua esperienza e la sua vita, potremmo dire, nel combattere le eco-mafie, una delle piaghe che hanno dilaniato l’Italia, e non solo dal punto di vista ambientale.

Una pagina di facebook, quella dedicata a lui, “Sostenitori di Roberto Mancini” che è oggi stracolma di messaggi di stima e di affetto, tanto da commuovere e da far pensare che esistono anche oggi gli eroi, eccome se esistono, costui era certamente uno di loro.
Change.org aveva ospitato una petizione, in suo favore, per il riconoscimento di un’indennità per coloro che hanno subìto dei danni per il lavoro svolto in favore della collettività della popolazione italiana, proprio il mese scorso erano state raccolte fino a 50 mila firme, consegnate per la richiesta, tanto che la risposta sarebbe pervenuta proprio in questi giorni, gioco amaro del destino. Consegnate alla Camera il 10 Aprile scorso.

Fino al 2001 si era occupato del problema dello smaltimento dei rifiuti illegale in Italia, particolarmente aveva denunciato lo sversamento di tonnellate di rifiuti tossici nella “Terra dei fuochi” e gli era stata riconosciuta la malattia correlata al lavoro svolto, tuttavia muore oggi di Cancro, proprio a ridosso di una piccola soddisfazione, che voleva in qualche modo sdebitare il suo impegno e la sua determinata operazione anti-mafia, che pur facendo parte del suo “compito” professionale, aveva portato avanti con più sagacia di quanto in genere si è abituati a vedere, tra coloro che appunto, non sono degli eroi dei nostri tempi.

Noi lo ricordiamo con una foto della “sua” gente, che egli stesso ha contribuito a risvegliare dal torpore della rassegnazione e dell’omertà.

Comments

comments