69ENNE DÀ FUOCO A UNA BANCA: GLI ERA STATO NEGATO IL MUTUO

0
46

BRESCIA –  Continua il suo viaggio in Italia, la crisi, risoluta e decisa a non fermarsi nemmeno di fronte a corpi carbonizzati, impiccati, vittime di errori e lussi altrui. Incombe nella vita dell’uomo  e alle spalle del cittadino come un’ ombra, col colore scuro che gli appartiene, che segue piano ogni suo passo.

Almeno questa volta, a Brescia, ha pensato bene di non lasciare uomini senza vita, dove per vita si intende esalazioni di respiri e battiti cardiaci. Poiché di vita, degna del nome, ormai, per molti non si può parlare.

Mercoledì 11 Dicembre, un uomo 69enne, di origini casertane, si reca alla filiale della sua banca, alla Veneto Banca Holding, in Via Gambara. L’uomo attendeva risposta per il mutuo richiesto dalla moglie. E la mattina del mercoledì, la risposta della banca risulta essere negativa. Il 69enne, che, a quanto sembra,  aveva premeditato l’azione, tira fuori dalla giacca una tanica di benzina e comincia a spargere il liquido all’ interno della banca. Dopo, accende il fuoco, facendo dilagare tra le fiamme anche il panico dei dipendenti, i quali si recano fuori dall’edificio e avvisano la polizia.

L’uomo viene immediatamente arrestato e portato all’ospedale per un malore. Il fuoco viene spento dai vigili del fuoco all’incirca dopo un’ora e i danni risultano essere ingenti. L’interno della banca è carbonizzato, ma per fortuna non vi è alcun ferito.

Marika Amaro

Comments

comments