Manuela Bottamedi capogruppo di Forza Italia in Consiglio provinciale

0
1433

“Credo di aver dimostrato coraggio e mai opportunismo politico, altrimenti sarei rimasta dov’ero. Potevo starmene lì a fare il pesce rosso, ma non è così che voglio fare politica”, sono queste le prime parole della Manuela Bottamedi forzista.

E’ stata ieri la sua giornata, dalla presentazione di Michaela Biancofiore a un generale entusiasmo per l’ingresso della ex M5S ed ex PATT. Del resto la Biancofiore ha avuto da sempre una certa predilezione per gli autonomisti. Proprio 5 anni fa aveva fatto ingresso nel Partito Giacomo Bezzi, l’uomo che ha traghettato l’allora Popolo della Libertà a Forza Italia.

Ieri, però, la protagonista è stata Manuela Bottamedi e la storia è totalmente diversa. Il Partito si è consolidato a livello territoriale e una rappresentanza femminile era necessaria per rilanciare decisamente il tutto in vista dei prossimi appuntamenti elettorali.

Secondo la coordinatrice regionale di Forza Italia Biancofiore e tutti i presenti, tra cui Giacomo Bezzi e il commissario per il Trentino Giorgio Manuali, concordi anche sul fatto che sia un momento estremamente positivo per Forza Italia in vista delle politiche. “Sto ricostruendo un tessuto che a me piace molto“, spiega la Biancofiore, responsabile tra le altre cose di portare in regione la sintesi della linea politica del partito. “L’alternanza è sempre salutare in politica – continua la coordinatrice -. L’ipocrisia tipica della sinistra a me non è mai piaciuta. Noi siamo più pragmatici e è arrivato il nostro momento“.

Giacomo Bezzi ha voluto onorare Manuela Bottamedi con la carica di capogruppo nel Consiglio provinciale, limitandosi a continuare a ricoprire la carica di capogruppo del Consiglio regionale.