Giorgia Meloni: “Di Maio sa che non può governare”

Giorgia Meloni a spada tratta contro Luigi di Maio. “Le ‘convergenze programmatiche’ di cui parla Di Maio tradiscono due verità. Primo: il M5S sa che non avrà la maggioranza per governare da solo. Dunque, Di Maio conferma che se il 4 marzo non dovesse vincere il centrodestra ci sarà il caos. Secondo: nel momento in cui parla di inciuci e accordi, il M5S diventa come un qualunque partito della Prima Repubblica. Noi diciamo agli italiani: il 4 marzo votate Fratelli d’Italia. Siamo l’unica garanzia contro ogni inciucio e gli unici a poter dare all’Italia un governo che faccia gli interessi del popolo e non del Palazzo”, ha affermato Giorgia Meloni.

Intanto Claudio Borghi ha risposto su Berlusconi che propone Salvini come ministro dell’interno. “Se uno ci propone per dei ruoli lo apprezziamo, meglio essere proposti per il ministero dell’interno che per la panchina –ha affermato Borghi-. Quello che Berlusconi dimentica è che si vota il partito e non la coalizione. Chi avrà più voti detterà la linea e io sono convinto che sarà Matteo Salvini l’allenatore della coalizione. Lui è bravo a fare l’allenatore, non è un uomo solo al comando. Io sono la prova provata che non ha paura di circondarsi di persone che sono, chi più chi meno, competenti nei rispettivi campi”.

 

L’accordo su legge Fornero. “Quello che è stato firmato ieri non è un programma elettorale, è un documento con dei principi condivisi –ha dichiarato Borghi-. Forza Italia l’ha pubblicato sul suo sito, evidentemente ha deciso di sceglierlo come proprio programma elettorale, ne sono molto fiero anche perché ho partecipato anch’io alla stesura di quel programma. Su quel programma c’è scritto: azzeramento della legge Fornero. Superamento o azzeramento? Volendo, possiamo stare qui a parlare della semantica, ma il senso è lo stesso. Se tu azzeri, poi ricostruisci una cosa un po’ più giusta. L’aspetto simbolico dell’azzeramento sta a significare che costruiamo qualcosa di fatto meglio, con un alto grado di flessibilità”.