“Il collegio di Trento è stato veramente un collegio difficile, penso che in pochi potessero immaginare un simile risultato positivo. Indubbiamente contro dei personaggi importanti come Panizza e Franzoia, vi erano dei personaggi sconosciuti, ma che hanno fatto capire alla gente le loro capacità e che prospettiva possono dare”, ha affermato oggi pomeriggio in conferenza stampa Gianni Festini Brosa, Consigliere comunale a Trento per la Lega e tra i principali organizzatori della campagna elettorale vincente in Trentino e sopratutto nel collegio di Trento dove è stata eletta, tra le file del Carroccio, Giulia Zanotelli.

Quest’ultima ha voluto ricordare che nel Partito vi è stata innanzitutto da sempre una certa sensibilità nei confronti della donna, infatti la Lega non ha bisogno di leggi apposite per eleggere rappresentanti del gentil sesso. “E’ la meritocrazia che ci ha premiato, non il fatto di essere donne”, ha ricordato Zanotelli per poi ringraziare Festini Brosa per il lavoro svolto in città sino a oggi.

Zanotelli ha presentato nel corso della conferenza stampa una iniziale bozza di programma elettorale per far vincere il centrodestra in Trentino, un programma che avrà come obiettivo la risoluzione di problemi quali la sicurezza, la sanità e la questioni grandi predatori.

Gianni Festini Brosa ha voluto ricordare, infine, che: “I risultati per ogni partito della coalizione è stato buono a Trento, ma non sufficiente per ottenere un ottimo risultato come avvenuto nella restante Provincia”.