Skipass Trento. Maschio (M5S): “Amareggiato dall’atteggiamento del Sindaco”

0
300

“Costernato, offeso, arrabbiato. Questi i primi sentimenti che ho provato questa mattina venendo a conoscenza dell’esito della commissione vigilanza secretata di ieri sera in merito alla questione dell’uso improprio di uno skipass da parte di un componente della Polizia Locale da me segnalata poco tempo fà”, sono queste le parole usate da Andrea Maschio, Consigliere comunale del M5S a Trento, in merito a un uso non consono dei skipass dati in uso alla polizia locale. La vicenda risale ai primi giorni di gennaio, quando venne segnalato agli esponenti del M5S, e in seguito alle altre minoranze, il sequestro da parte dei gestori dell’impianto di uno di questi stagionali usato impropriamente da persona non autorizzata. Lo stagionale era stato ceduto impropriamente a persona non autorizzata, da qui il sequestro.

Ora la vicenda ha preso diverso esito: “Venni apostrofato – afferma Andrea Maschio – come colui che voleva delegittimare il corpo della Polizia Locale. Il Sindaco affermò che tutto quello che si richiedeva nella mia domanda di attualità era falso ed inventato, che si stava valutando l’opportunità di una querela nei miei confronti. Ora vengo a sapere che invece il fatto è accaduto realmente. E nell’ammetterlo lo si banalizza come un caso isolato, come una semplice leggerezza. Come ebbi modo di dire in aula, lo stesso Amministratore di Trento funivie ebbe a confermare che il fatto era accaduto ma ciò non fermò il Sindaco dall’accusarmi di voler deliberatamente denigrare il corpo di Polizia”.

Andrea Maschio ha poi voluto rimarcare che: “Ciò che trovo ancora più grave del fatto in se è il modo, il tono e le minaccie messe in atto nei miei confronti dal Sindaco in aula in fase di discussione della domanda di attualità. Sono veramente amareggiato”.