“Visto il risultato che sembra profilarsi in Friuli Venezia Giulia, con la vittoria, che pare essere schiacciante, dell’amico e collega di partito Massimiliano Fedriga, la Lega Alto Adige – Südtirol non può che gioire”, ad affermarlo Massimo Bessone, Commissario della Lega in Adige.

Ad avviso di Bessone la vittoria è dovuta alla coerenza e al buon senso che ha dimostrato il segretario Federale Matteo Salvini dopo il voto del 4 marzo, sicuramente del lavoro dei militanti friulani, ma certamente per Bessone non deve passare in secondo piano la persona, e Massimiliano Fedriga non è solo un politico, prima di tutto è una persona capace, modesta, mai sopra le righe, ma con idee e fatti molto chiari, che piace tanto a tutti, non solo agli elettori di centro destra.

“Ora la pattuglia di governatori – aggiunge Bessone – del carroccio diventa ancor più nutrita, aspettiamo anche Maurizio Fugatti in Trentino per le prossime elezioni di ottobre. Per quello che riguarda noi in Alto Adige, ce la metteremo tutta, ovviamente non possiamo giocarcela per la presidenza, ma se sapremo lavorare bene potremmo portare a casa un ottimo risultato.

Il voto in Friuli Venezia Giulia non deve passare inosservato neppure a livello nazionale e Mattarella ne deve tener conto. Basta con “gli inciuci” che da qualche anno ci vengono propinati ad hoc, è tempo che ritornino a governare i politici ed i partiti scelti dagli elettori, non i secondi o terzi arrivati. Anche i Cinque Stelle sembrano ridimensionarsi, pagando la loro fame di poltrone che va contro quanto promesso in campagna elettorale. Insomma un presente ed un futuro che non possono che splendere per la Lega e per Matteo Salvini”.