Mattinata di pura follia quella trascorsa ieri a Porta Maggiore. Secondo quanto riportato dal Comando, durante i controlli dei vigili urbani contro il commercio abusivo, un venditore abusivo si è rifiutato di fornire i documenti, cominciando a inveire contro gli agenti.

Uno degli agenti, vedendo l’insistenza dell’abusivo nel non voler ascoltare le indicazioni delle forze dell’ordine – che provvedevano a far sgomberare l’area, liberando i marciapiedi dai venditori abusivi – è stato costretto infine a intervenire, dovendosi difendere in maniera “insolita” pur di riportare nel pieno controllo la situazione potenzialmente pericolosa.

L’abusivo, che nella colluttazione ha colpito al volto l’agente della polizia locale, è successivamente stato bloccato e ora dovrà rispondere dall’accusa di resistenza a pubblico ufficiale, violenza e lesioni.

l’insolito “incontro di boxe“, ripreso dai passanti, ha ben presto fatto il giro della rete, suscitando reazioni differenti tra elogio al comportamento dell’agente e un po’ di scetticismo.

Tuttavia, “grazie al video diffuso in rete da un cittadino, su quanto accaduto in mattinata a Porta Maggiore – si legge nella nota – si è potuto constatare che l’agente ha tentato di difendersi dalla condotta violenta posta in essere dal venditore abusivo e, nello stesso tempo, temporeggiare nell’attesa del sopraggiungere dei colleghi. Precedentemente al filmato, l’abusivo aveva colpito più volte sia l’operante che un’altra collega mentre tentavano ripetutamente di identificarlo. Ai fatti assisteva anche personale ATAC , che ha potuto fornire testimonianza della violenza messa in atto dall’uomo sull’agente, nei momenti antecedenti la ripresa video”.

Il Comando ha infatti ringraziato il cittadino “che è riuscito a documentare quanto accaduto. Tale filmato verrà messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, nel caso riterrà opportuno il suo successivo utilizzo”.