Alemanno: “governo Conte va sostenuto, vuole cambiamento”

“È evidente che il Governo Conte sta affrontando una sfida quotidiana con i poteri forti”, ad affermarlo Gianni Alemanno nella giornata di ieri. L’ex Sindaco di Roma ha voluto ricordare che la battaglia del Ministro dell’Interno Salvini per blocccare i flussi migratori viene costantemente sabotata non solo dalle Ong ma anche da apparati istituzionali.

“Di Maio ha – aggiunge Gianni Alemanno – denunciato le manovre dei funzionari per far approvare un accordo di libero scambio come il CETA contrario al nostro interesse nazionale e per sabotare il Decreto Dignità. Per questo l’Esecutivo va sostenuto per essere effettivamente il Governo del Cambiamento, per realizzare la sua funzione storica e politica di creare una vera discontinuità rispetto ai poteri forti del passato. Dopo questo Governo nascerà attorno a Matteo Salvini un nuovo schieramento che prenderà l’eredità del vecchio centrodestra, ma è fondamentale che tutto questo avvenga dopo aver voltato pagina rispetto alla condizione di colonia che l’Italia ha vissuto fino ad ora”.

Una giornata densa di attività politica per Gianni Alemanno. Ieri ha infatti partecipato presso l’auditorium di via Rieti, a Roma, all’Assemblea del Movimento nazionale per la sovranità. Al termine, è stata diffusa una nota congiunta di Gianni Alemanno e Roberto Menia, rispettivamente segretario e presidente del Mns.

“A fine settembre, insieme al cantiere aperto da Viviana Beccalossi e al Patto Federativo di Silvano Moffa, cercheremo di dare vita ad una rete della destra diffusa che offra una casa comune a tutte le persone di destra che fovliono costruire il Polo Sovranista”.