Alemanno: “Necessario che le forze identitarie riescano a ritrovarsi”

0
500

Questo pomeriggio alle 18 si è svolto l’incontro “IDENTITÀ, COMUNITÀ, SOVRANITÀ: TRE VALORI PER CAMBIARE L’ITALIA”, nella splendida cornice di Palazzo Wedekind a Roma.

All’incontro hanno partecipato il segretario nazionale di MNS Gianni Alemanno, il sottosegretario federale della Lega e vice presidente della camera Lorenzo Fontana e lo scrittore Pietrangelo Buttafuoco.

Interpellato dal moderatore dell’evento circa il ruolo dell’Italia all’interno dello scenario europeo, Gianni Alemanno ha dichiarato: “Stiamo svolgendo un percorso molto importante, perchè se le forze identitarie non riescono a ritrovarsi e a riconoscere le uguaglianze, è inevitabile che prevalga l’omologazione che cancella ogni forma di identità”

Proseguendo nel suo intervento ha poi aggiunto: “La sovranità, intesa come legittimazione democratica, è fondamentale per reagire all’omologazione e alla dittatura dei mercati che sta dilagando nella nostra società.”

“Nessuno è antieuropeista, il punto è capire che Europa vogliamo”, “L’Europa a cui auspichiamo è quella che non lasci che un conflitto diventi guerra degradandosi, ma che lo innalzi facendolo diventare dato creativo di nuove idee elevandole verso l’alto”.

Concludendo Alemanno ha elogiato l’operato di Matteo Salvini, creatore del vortice che ha ridato agli italiani la voglia di ricostruirsi in prima persona il proprio destino. Ricordando come il rinnovamento sia una base fondamentale da cui ripartire per ridare vigore al paese.

Gli elementi da cui ripartire secondo l’ex sindaco di Roma sono il non farsi spaventare dalle notizie che circolano, avere ben chiaro il proprio obiettivo e la volontà di costruire dei movimenti che abbiano salde radici nel territorio, arrivando a raggiungere tutte le diverse realtà che popolano l’Italia.