Adunata Alpini. Anarchici occupano Sociologia a Trento per protesta

0
65199

Musica a tutto volume e cartelli contro gli Alpini. E’ così che si è svegliata la città di Trento stamane. I cartelli posti di fronte all’ingresso di Sociologia, luogo simbolo del 1968 in Italia e dello stragismo delle Brigate Rosse. 

L’operazione sembra esser stata svolta dal gruppo anarchico Saperi Banditi che ha occupato senza autorizzazione la Facoltà di Sociologia. Prima di mezzanotte si sono contate circa 140 persone all’interno della struttura, che stanno protestando contro l’Adunata degli Alpini, come si intende chiaramente dai manifesti e dalle immagini attaccate fuori e dentro la Facoltà. La portineria ha deciso di non contattare le forze dell’ordine, fiduciosa che il gruppo terminerà l’occupazione quando annunciato, cioè alle 7 del mattino del 9 maggio.

Si tratta di una delle tante proteste che si stanno svolgendo nel Capoluogo Trentino. Oltre alle bandiere tirolesi, nei giorni scorsi gruppi di anarchici avevano vandalizzato vari muri per la città con scritte ingiuriose. “Tra 11 e il 13 maggio – si legge sulle pagine del blog ‘Romperelerighe‘ – si svolgerà l’annuale Adunata Nazionale degli alpini. Per chi non l’ha mai vissuta sono tre giorni in cui centinaia di migliaia di uomini ubriachi, maneschi e sessisti se ne vanno per le strade della città che subisce la loro calata”.

 

“Canti, striscioni, punti di raccolta, tricolori ovunque, retorica nazionalista, punti vendita di cianfrusaglie di colore verde, penne nere – scrivono gli autori – insomma tutto il carrozzone che ruota attorno agli alpini ed all’Italia viene pompato ai massimi livelli. In queste settimane vengono appesi striscioni di benvenuto, tricolori, bandiere e schifezze simili dappertutto, si prepara un territorio relativamente piccolo ad ospitare 600.000 uomini“.