Aquarius, arrivano le critiche da Francia e Spagna per l’operato italiano

0
804
photocredit google img

Sono iniziate le operazioni di trasferimento dei migranti presenti a bordo della Ong Aquarius sulle imbarcazioni della Guardia Costiera Italiana.

A riferirlo, attraverso un tweet, è la giornalista di Euronews Anelise Borges, che ha aggiunto come novanta dei 629 migranti presenti a bordo siano già stati trasferiti, mentre i restanti dovranno attendere ancora qualche ora.

A conferma di ciò arrivano le dichiarazioni ufficiali della Guardia Costiera Italiana che ha dichiarato come i migranti verranno trasferiti sulle loro navi dove saranno accuditi da personale medico qualificato e, nel giro di quattro giorni, condotti a Valencia.

Non sono mancate però le critiche a come il governo ha deciso di gestire la “questione Aquarius”, sulla vicenda si è espresso il Ministro della Giustizia spagnolo Dolores Delgado che ha così commentato la decisione di chiudere i porti italiani: “Non è questione di buonismo o generosità, ma di diritto umanitario. Ci possono essere responsabilità penali internazionali per la violazione dei trattati sui diritti umani”.

Si è unito al coro delle critiche anche il portavoce del partito francese “La Republique En Marche” Gabriel Attache che ha definito “vomitevole” la posizione italiana sulla “questione Aquarius”.

Il ministro italiano Danilo Toninelli ha espresso invece tutta la sua soddisfazione per lo svolgimento delle operazioni dichiarando: “C’è stato “il giusto pragmatismo politico che prima non c’era. Prima nessuno prima parlava di Malta che rispondeva negativamente alle richieste di accoglienza.” 

Toninelli ha aggiunto come le operazioni italiane non abbiano messo a repentaglio la vita di nessuno, evidenziando come i migranti siano stati soccorsi dalle navi italiane.