Autobus. Fugatti: “Vogliamo che i ragazzi che si recano a Trento per studiare possano farlo in sicurezza”

“Le preoccupazioni dei genitori sono le nostre. Vogliamo che i ragazzi che si recano a Trento per studiare possano farlo in sicurezza, senza correre il rischio di venire facilmente in contatto con chi spaccia. Vogliamo che i genitori siano sereni quando i loro figli viaggiano sui mezzi pubblici”.

Con queste parole il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti è intervenuto durante la conferenza stampa, convocata presso l’autostazione di Trento, con cui il Questore di Trento Giuseppe Garramone ha fatto il punto sull‘attività di contrasto allo spaccio di stupefacenti recentemente intensificata sui mezzi di trasporto pubblico in Trentino.

Controlli mirati in stazione con cani antidroga e agenti di Polizia e inoltre guardie giurate presenti sugli autobus, nelle tratte più a rischio, sono i dispositivi messi in campo.

Dopo le segnalazioni relative alla cessione e consumo di stupefacenti sui mezzi pubblici, si è presa la decisione di intensificare controllo e contrasto del fenomeno, attraverso la presenza di guardie giurate, in orari e su tratte che cambiano in continuazione ma che sono scelte tra quelle ritenute più a rischio, e mediante operazioni mirate in autostazione e sui mezzi pronti a partire con l’ausilio dei cani antidroga della Polizia. Attualmente in totale sono impegnati, tra treni e corriere, quattro uomini al giorno. 

Maurizio Fugatti ha poi aggiunto: “su alcune tratte delle corriere ci è stato segnalato il problema. Di conseguenza, in collaborazione con Trentino Trasporti, abbiamo previsto la presenza delle guardie giurate, oltre a quelle che già operano sui treni della Trento-Malé e della Valsugana, per fare un’azione di controllo. A questo provvedimento si aggiungono le operazioni della Questura presso l’autostazione. Ringrazio le forze dell’ordine per il lavoro che stanno facendo. A quanto ci riportano ultimamente è migliorata la situazione di piazza Dante, ma questo non basta, siamo preoccupati dal dilagare delle sostanze stupefacenti”.

Durante la conferenza stampa è stata data informazione di un’operazione svolta proprio nella mattinata di oggi in Piazza Dante che ha portato ad un arresto e al sequestro di un certo quantitativo di sostanza stupefacente.