Mirko Bisesti, Segretario Nazionale della Lega in Trentino, attraverso un video pubblicato sul suo profilo ufficiale Facebook ha voluto commentare alcuni fatti di cronaca nazionale e locale comparsi sulle pagine dei quotidiani stamattina.

In principio Bisesti ha analizzato la notizia della scarcerazione da parte del Tribunale del Riesame di Milano del (recidivo) pusher gambiano con la motivazione che lo spaccio fosse la sua unica fonte di sostentamento. Mirko Bisesti ha poi posto l’accento su come una volta scarcerato il pusher sia immediatamente tornato a spacciare nello stesso luogo dove era stato arrestato.

In secondo luogo il Segretario Nazionale della Lega ha voluto commentare due news di cronaca locale. La prima è quella relativa al presidio dei vigili all’ingresso delle scuole per controllare i bambini vaccinati e non. La seconda è quella relativa alla raffica di sanzioni (già più di 1400) comminate alle famiglie che hanno deciso di non vaccinare i propri figli.

In merito alla questione Bisesti ha dichiarato: “Mandare i vigili all’ingresso delle scuole non può essere la soluzione. Non può essere la soluzione perchè lunedì all’ingresso delle scuole non si dovranno vedere bambini strappati ai genitori e che non possono entrare a scuola. La scuola, la formazione, il ruolo dei professori e la centralità dell’alunno devono avere la priorità su queste scelte scellerate, che vanno in una direzione completamente opposta a quella che noi della Lega vogliamo.”

Infine Mirko Bisesti ha commentato il fatto di cronaca accaduto ad Andalo dove una donna di 82 anni ha contratto la Legionella.

Dopo aver brevemente commentato le tre notizie Mirko Bisesti ha concluso il video dichiarando: “Questo non è sicuramente quel Trentino nel quale io ho avuto la fortuna di crescere, perciò diciamo basta!”