Bizzotto: la pesante condanna al vicentino che sparò ai ladri

Foto di Copertina: Il Giornale di Vicenza

0
36

“La condanna a 5 anni di reclusione e a 135mila euro di risarcimento inflitta al vicentino Ermes Mattielli che 9 anni fa sparò a due ladri, è l’ennesima dimostrazione di come le folli Leggi dello Stato Italiano rappresentino, spesso e volentieri, uno scandaloso regalo per i delinquenti e una mazzata per i cittadini onesti. Come Lega Nord saremo ancora una volta a fianco del povero Ermes Mattielli, vittima non solo dei nomadi che tentarono di rapinarlo ma anche di uno Stato e delle sue assurde Leggi che premiano i delinquenti e mettono in galera i cittadini che si difendono”.

Lo dichiara l’europarlamentare vicentina della Lega Nord, Mara Bizzotto, dopo la pesante condanna a 5 anni e 4 mesi di reclusione e a 135mila euro di risarcimento inflitta all’artigiano Ermes Mattielli di Arsiero (VI) che nel 2006 sparò a due ladri nomadi.

“Difendere la propria vita, la propria famiglia e la propria proprietà da criminali che ti stanno rapinando, non può essere una colpa, ma un atto di doverosa e legittima difesa, soprattutto se lo Stato è assente e non tutela i suoi cittadini dai delinquenti – continua l’eurodeputata Mara Bizzotto –  Così funziona in ogni altro Paese del mondo, mentre in Italia viviamo la situazione pazzesca per cui chi ruba nelle nostre case viene addirittura risarcito con centinaia di migliaia di euro dalla vittima che ha tentato di difendersi. Ecco perché è diventato quantomai urgente e improcrastinabile riscrivere da cima a fondo le Leggi su questa materia, facendo in modo che i rapinatori finiscano in carcere e che le vittime dei malviventi non debbano subire un calvario giudiziario”

Comments

comments