Blitz anarchico in Consiglio Comunale a Rovereto. Dalzocchio (Lega): “Ulteriore attacco alle istituzioni compiuto dai soliti noti”

Mara Dalzocchio, Capogruppo provinciale di Lega Salvini Trentino, ha affidato ad una nota il suo sdegno per i recenti fatti accaduti ieri durante la seduta del Consiglio Comunale di Rovereto.

Ieri sera il Consiglio comunale di Rovereto è stato teatro di un blitz, da parte di alcuni anarchici, che ha costretto i Consiglieri ad interrompere la seduta.

Sulla vicenda Mara Dalzocchio, tra le altre ex Presidente del Consiglio comunale di Rovereto, ha espresso la vicinanza ai suoi ex colleghi dichiarando: “da parte mia, in quanto ex Presidente del Consiglio comunale di Rovereto e oggi Capogruppo provinciale della Lega Salvini Trentino, la massima solidarietà ai miei ex colleghi che hanno subìto un ulteriore attacco alle istituzioni compiuto dai soliti noti”.

“Sono nei fatti vere e proprie associazioni a delinquere che, appena vengono smantellate dalle Forze dell’Ordine, incaricano i loro simpatizzanti a sostenere le loro attività delittuose. Essendo colpevoli -tra l’altro- d’interruzione di pubblico servizio i soggetti, che si sono presentati a viso scoperto, vanno individuati tramite la presenza, accertata, negli eventuali video di sorveglianza. Voglio ricordare, infine, che queste organizzazioni delinquenziali stanno dando una brutta immagine del territorio, in considerazione del fatto che anche i mass-media, in questi ultimi tempi, stanno sempre più parlando del fenomeno anarchici in Trentino” ha poi proseguito la Capogruppo provinciale della Lega.

Infine, concludendo il suo intervento, Mara Dalzocchio ha ricordato: “non può esserci quindi spazio per queste forme di criminalità. Stiamo vivendo un momento storico turbato da ripetuti attacchi ai capisaldi del nostro sistema democratico e dobbiamo rigettare, senza se e senza ma, qualsiasi forma di intimidazione”.