Bolzano. Aggredito carabiniere. L’ennesimo caso di violenza che fa tornare in auge il decreto sicurezza bis

A Bolzano nei giorni scorsi è andato in scena l’ennesimo caso di violenza perpetrato ai danni delle forze dell’ordine. In questa occasione un sottoufficiale del carabinieri è rimasto vittima di un aggressione da parte di ladri che stavano tentando di introdursi nel suo appartamento.

I fatti, confermati dalle forze dell’ordine, sono avvenuti a Bolzano in via Roma dove il Carabiniere ha sorpreso due ladri mentre tentavano di svaligiare il suo appartamento e quello di un vicino carabiniere.

Dopo aver tentato, inutilmente, di fermare i malviventi, il militare è stato oggetto della furia dei ladri che lo hanno aggredito con pugni e calci procurandogli la rottura della mascella e diverse contusioni e lesioni. Tempestivamente soccorso il sottoufficiale è stato ricoverato con una prognosi di quaranta giorni, mentre i ladri sono riusciti a scappare facendo perdere le loro tracce.

Questa ennesima aggressione perpetrata ai danni di un membro delle forze dell’ordine fa tornare, drammaticamente, di strettissima attualità il Decreto Sicurezza bis tanto caro al Ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Uno dei dodici articoli (il 6°) di cui si compone il decreto infatti, è volto a tutelare le forze dell’ordine impiegate nei servizi di ordine pubblico. Grazie all’introduzione di nuove circostanze delittuose e all’inasprimento di alcune contravvenzioni (trasformate in delitti) il Decreto Sicurezza bis si propone di salvaguardare le forze di Polizia troppo spesso fatte oggetto di violenza durante il servizio che rendono alla nazione.

Qualora venisse approvato il nuovo decreto sulla sicurezza permetterebbe alle Forze dell’ordine di poter svolgere il loro lavoro sapendo di avere un solido appoggio alle spalle. Perchè se è vero che nei casi di abusi da parte delle Forze di Polizia siamo sempre pronti a puntare il dito contro le istituzioni, dall’altra parte è necessario permettere a chi “combatte” quotidianamente per la nostra sicurezza di poter lavorare nella più totale serenità.