BOMBA A CASA POUND: ECCO A CHI APPARTIENE LA VIOLENZA

0
10

La realtà è impietosa. Alla lunga, non lascia vie di scampo e smaschera sempre le menzogne. Per mesi e mesi, nella “democratica” Trento, ci hanno fatto credere che i facinorosi e i violenti stessero tutti soltanto da una parte: quella di Casa Pound. La bomba piazzata davanti al Baluardo, sede dell’associazione di destra in via Marighetto, dimostra il contrario. La violenza appartiene ad altri.

Non sappiamo, nel momento in cui scriviamo, chi siano con precisione questi altri. Si segue la pista anarchica, ma non solo. Poco importa. L’accaduto è assai grave a prescindere da quale sia la sua matrice. E dimostra una cosa tanto rilevante, quanto preoccupante: il rispetto degli altri e delle loro idee e la condanna alla violenza, con cui la sinistra si riempie la bocca, non valgono per chi si professa apertamente di destra. “Rispetto chiunque, basta che la pensi come me”, è questo il loro vero motto. Contro i fascisti, invece, vale tutto. Anche le bombe. Tipica reazione di chi è totalmente sprovvisto di idee per contrapporsi a chi la pensa in maniera differente.

Le idee, poi, hanno il difetto di non riuscire a far paura come lo scoppio di un ordigno. Perché a questo puntavano gli attentatori, scatenare il panico. Soprattutto, fra le persone del vicinato. Persone che però non devono farsi intimorire. Anzi, devono reagire in modo netto. Come già alcuni di loro hanno fatto, devono condannare fermamente l’accaduto. Difendere, a prescindere dai propri ideali politici, il diritto all’esistenza di una sede di Casa Pound. Denunciare al Trentino quali siano le vere fonti di preoccupazione, cioè gli anarchici e quelli di sinistra, non i ragazzi dell’associazione di destra. Perché questa è la realtà e nessun ideale politico giustificherebbe il tacerla.

Ci auguriamo che a nessuno venga la brillante idea di proporre la chiusura del Baluardo, perché altrimenti la si darebbe vinta a questi vili attentatori. Sarebbe la sconfitta non dei fascisti, ma del sistema democratico su cui dovrebbe reggersi un Paese. E cedere a queste bombarole provocazioni, darebbe adito a derive assai pericolose. Derive che chiunque abbia un po’ di intelligenza, di destra o di sinistra che sia, dovrebbe far di tutto per evitare.

Luigi Mauro

Comments

comments