Gian Marco Centinaio, capogruppo della Lega in Senato, possibilista su un possibile accordo M5S – Lega Nord. Lo ha affermato a  Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano.

Centinaio sulla presidenza delle Camere: “E’ giusto che decidano Lega e Movimento Cinque Stelle a chi darne la presidenza. Dovrebbe decidere chi ha vinto le elezioni, quindi Lega e Movimento Cinque Stelle. Forza Italia non è d’accordo perché forse sono gli unici posti che si può portare a casa. Le elezioni le avrà vinte chi riuscirà a fare il Governo, io spero che ci riesca Salvini. Si può fare, bisogna mettere insieme anche persone che apparentemente non hanno vinto, la matematica non è un’opinione”.

Su Forza Italia: “Mi chiedete se in Forza Italia hanno rosicato per l’affermazione della Lega? Penso di sì. Tutti i sondaggi li davano sopra alla Lega, solo noi pensavamo che certi sondaggi non fossero poi così veri. Poi la vita è una ruota, una volta sono avanti loro, una volta siamo avanti noi. Ora speriamo di restare avanti per un po’ di tempo”.

Su Renzi: “Penso che sia un contaballe, ma non mi piacciono i topi del Pd che abbandonano la nave che affonda. Non può essere tutta colpa di Renzi il fallimento del Pd. La classe dirigente del Pd paga il leccaculaggio di chi dice al capo che va sempre bene”.

Sull’affermazione del Movimento Cinque Stelle al sud: “E’ troppo semplicistico dire che hanno preso tanti voti solo grazie al reddito di cittadinanza. E’ una visione parziale. Conosco tanta gente del sud che li ha votati per dare un segnale alla politica. Gente che ha voluto dire basta. Serve anche autocritica da parte della politica. Il voto al Movimento Cinque Stelle è da tenere in considerazione, non è dettato solo dal reddito di cittadinanza. Conosco gente al Sud che lavora e si fa il mazzo dalla mattina alla sera, ma nonostante questo ha votato il Movimento”.