de Bertoldi (FDI): “Necessaria moratoria per approfondire effetti del 5G”

Andrea de Bertoldi, senatore di Fratelli d’Italia e segretario della Commissione Finanze e Tesoro, ha affidato ad un’ interrogazione ai ministri dello Sviluppo Economico, della Salute e dell’Ambiente le sue perplessità circa l’introduzione della nuove tecnologia 5G.

de Bertoldi attraverso l’interrogazione ha dichiarato: “Una moratoria per sospendere l’introduzione della nuova tecnologia 5G in attesa dei riscontri scientifici che escludano in maniera inequivocabile ogni possibile danno alla salute degli individui”.

Proseguendo il Senatore di Fratelli d’Italia ha aggiunto: “A partire dal 1° gennaio 2019 sono disponibili sul mercato, le nuove radiofrequenze per la tecnologia wireless di quinta generazione, cosiddetta 5G. Una delle rivoluzioni tecnologiche più imponenti del nostro su cui però numerosi scienziati, medici e ricercatori internazionali, hanno lanciato moniti e appelli in assenza di valutazioni preliminari sui possibili rischi per la salute e sull’impatto che tali radiofrequenze, potranno avere sull’ambiente, l’atmosfera e l’ecosistema. Infatti, questa tecnologia prevedrà presenze di wi-fi dallo spazio attraverso droni in orbita, l’installazione di milioni di nuove mini-antenne a microonde millimetriche. Tutto ciò determinerà un’esposizione massiccia della popolazione all’inquinamento elettromagnetico con un prevedibile innalzamento delle soglie limite per i valori di irradiazione.”

Concludendo il suo intervento Andrea de Bertoldi ha ribadito la necessità di una moratoria che permetta di studiare e approfondire gli effetti che tale tecnologia deriverebbe e solamente in seguito considerare il suo pieno sviluppo sul suolo italiano.