Degasperi (M5S): “Ingiusto far pagare al Consigliere Kaswalder le responsabilità dell’intera maggioranza”

Filippo Degasperi, Consigliere Provinciale del Movimento 5 Stelle Trentino, è intervenuto ieri durante l’ultima seduta del Consiglio della Provincia Autonoma di Trento parlando della delicata questione del rapporto tra minoranza e maggioranza e della figura di Walter Kaswalder.

Degasperi prendendo la parola ha dichiarato: “Non possiamo fare altro che essere soddisfatti e rasserenati dal fatto che questa vicenda pare sia rientrata nel corso naturale delle cose, più per responsabilità delle minoranze che per qualche atto della maggioranza. Perchè questa settimana era passata inutilmente senza alcuna proposta e senza alcun tentativo di riannodare il filo di un dialogo che in realtà non era mai partito.”

Proseguendo nel suo intervento Filippo Degasperi ha parlato della figura di Walter Kaswalder: “Non era questa una ragione sufficente per far pagare al Consigliere Kaswalder le responsabilità dell’intera maggioranza e per questo non posso che essere soddisfatto del nuovo corso che sembra avviarsi. Rimaniamo convinti però che il metodo che è stato adottato sia in Consiglio Provinciale che in consiglio Regionale, sia quello sbagliato visto che ha portato a questa dilatazione dei tempi.”

Entrando nello specifico delle azioni dei due Consigli, Degasperi ha aggiunto: “In consiglio Provinciale almeno, il Presidente Fugatti si è presentato alle minoranze facendo sapere qual’era il nominativo che avrebbe proposto in aula mentre in Consiglio Regionale questo non è nemmeno avvenuto. Sul metodo però non possiamo che essere contrari, quindi inviterei tutti a riflettere su come si vogliono portare avanti le cose, ma nonostante questo ritengo che il punto a cui siamo arrivati sia assolutamente positivo.

Avviandosi verso la conclusione del suo intervento il Consigliere pentastellato ha asserito: “Come candidato presidente abbiamo ascoltato il consigliere Kaswalder nell’incontro che ha richiesto e anche noi che non avevamo molti dubbi siamo rimasti pienamente convinti e soddisfatti. L’impegno che chiediamo al presidente in pectore è quello di garantire i diritti dei consiglieri, perchè tutti devono avere pari dignità. porre un’attenzione su determinati snodi fondamentali per il lavoro dei consiglieri e degli uffici e quindi di porre la dovuta attenzione all’organizzazione della macchina del consiglio provinciale e da ultimo l’impegno politico.

Infine concludendo il suo intervento Filippo Degasperi ha ricordato come l’intero movimento apprezzi Kaswalder per la sua franchezza e la sua trasparenza, aggiungendo però come si aspetti che per i prossimi 5 anni non succeda come in Consiglio Regionale dove la bandiera italiana viene spesso fatta sparira, ma che Kaswalder rispetti sempre determinati valori che sono alla base della Provincia e della Regione trentina.