A L’Arena di Giletti le ragioni di Eva Klotz e le battaglie di Degasperi

L’ennesimo attacco di Massimo Giletti all’autonomia. Nella puntata di oggi de L’Arena, il conduttore televisivo ha voluto parlare di vitalizi in Trentino – Alto Adige. Un argomento delicato che vedeva come ospite principale Eva Klotz, accusata di aver intascato più di 900mila euro dai cittadini italiani nonostante le sue istanze indipendentiste.

La pasionaria altoatesina ben si è prestata al gioco del conduttore, che voleva presentare l’Alto Adige e il Trentino come terre dedite a continui sprechi e sopratutto ingrate ai contribuenti italiani che, secondo le affermazioni di Giletti, versano i tributi anche a loro.

La leader di Suedtiroler Freiheit, attaccata dai presenti, ha ricattato: “Se il Sudtirolo diventerà uno Stato libero restituirò all’Italia quei soldi. In caso contrario li userò per portare avanti la mia battaglia per l’autodeterminazione. Quei soldi non li ho certo rubati”. 

Affermazioni che, nonostante lo stupore del pubblico italiano, sono coerenti con un personaggio che ha sempre portato avanti istanze volte all’autodeterminazione. Il caso ha interessato anche il pubblico di Barbara D’Urso; Domenica Live però si è dovuta “accontentare” di un’intervista precedentemente registrata. Le polemiche che si sono verificate oggi, così come nei giorni precedenti, restano comunque pretestuose dal momento che la legislazione italiana non vieta a movimenti quale è quello fondato da Eva Klotz di eleggere rappresentanti nei Consigli regionali e provinciali oltre che nel Parlamento nazionale.

Nello studio de L’Arena di Giletti era presente anche il Consigliere provinciale Filippo Degasperi che, nonostante i numerosi tentativi da parte del conduttore di zittirlo, ha cercato di presentare le ragioni, sue e del M5S, in merito allo scandalo dei vitalizi. L’esponente dei pentastellati da anni sta conducendo delle battaglie politiche in merito al cattivo uso del denaro pubblico che, a differenza di quanto viene presentato dalla stampa nazionale, proviene quasi esclusivamente dal Trentino – Alto Adige. Sono quindi giuste le osservazioni di Eva Klotz quando afferma: “Non ringrazio l’Italia per mio vitalizio, quelli sono soldi regionali“.

La questione, sollevata sempre da Degasperi da quando siede in Consiglio regionale, riguarda il come vengono spesi i soldi dei contribuenti trentini e altoatesini. Una battaglia, quella contro la legge del 2012, che ha portato il M5S a presentare nel passato, pagando con propri soldi, un ricorso al TAR, osteggiato dalla Provincia che ha usato per difendersi il denaro dei contribuenti. Questa non è la prima volta che Massimo Giletti la domenica pomeriggio attacca l’autonomia del Trentino – Alto Adige. Nel marzo del 2014 era stato invitato a partecipare al programma il Presidente della Provincia autonoma di Trento che aveva promesso entro un mese un disegno di legge per abolire i vitalizi ai consiglieri regionali.
Questa volta Giletti ha usato, per motivare i suoi interventi contro l’autonomia, una combattente per l’autodeterminazione di un popolo quale è Eva Klotz, e ha tentato di bloccare in tutti i modi i legittimi e chiarificatori interventi di Filippo Degasperi che quotidianamente deve combattere contro le troppe mura di silenzio sullo scandalo Vitalizi.

Michele Soliani

Commenta per primo

Lascia un commento