“Donne e matematica: binomio possibile?”, l’iniziativa dell’Università di Trento

Trento, 24 gennaio 2018 – (e.b.) Per appianare in modo efficace gli squilibri di genere nelle materie scientifiche risulta importante lavorare fino dall’inizio della formazione universitaria.
Nasce da questa convinzione l’iniziativa “Donne e matematica: binomio possibile?”, voluta dal Dipartimento di Matematica dell’Università di Trento, curata dalla delegata del Dipartimento per le politiche di Equità e Diversità Sonia Mazzucchi e promossa dalla prorettrice alle politiche di equità e diversità Barbara Poggio in stretta collaborazione con Iprase – Istituto provinciale per la ricerca e la sperimentazione educativa.
Destinatari del corso sono 60 docenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado della Provincia autonoma di Trento. La proposta è rivolta anche a laureandi/e, laureati/e e dottorandi/e in Matematica dell’Università di Trento.
Gli incontri, che si terranno tra l’aula Kessler del Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale (Trento – Via Verdi, 26) e l’aula magna dell’Iprase (Rovereto – Via Tartarotti, 15), partiranno da un’analisi dei dati relativi ai test d’ingresso al corso di laurea in matematica e alle indagini locali, nazionali e internazionali. Poi saranno approfonditi gli stereotipi sociali che tengono le ragazze lontane dal mondo dei numeri e del sapere matematico. Quindi si discuterà di didattica e apprendimento in matematica in un’ottica di genere e di prospettive, in particolare nell’orientamento alla scelta scolastica e universitaria. Al termine di ogni incontro verranno presentate le figure di alcune donne della storia della matematica. Tra i relatori e le relatrici, ci sarà anche Susanna Terracini, componente del consiglio direttivo dell’Anvur – Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca e presidente dell’Associazione scientifica “European Women in Mathematics”.
L’iniziativa, organizzata dall’Università di Trento (Ufficio Equità & Diversità e Dipartimento Matematica) e da Iprase – Istituto provinciale per la ricerca e la sperimentazione educativa, prenderà il via il 16 febbraio e proseguirà fino al 6 aprile. La partecipazione ai seminari è riconosciuta valida per l’aggiornamento professionale insegnanti.
Le adesioni si raccolgono fino al 10 febbraio. Informazioni e iscrizioni sul sito Iprase: www.iprase.tn.it
IL CALENDARIO
Primo incontro – Venerdì 16 febbraio, ore 16.30 – Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale dell’Università di Trento, aula Kessler (Trento – Via Verdi, 26).
Saluti istituzionali di Barbara Poggio(prorettrice alle politiche di equità e diversità dell’Università di Trento), Andrea Caranti (direttore del Dipartimento di Matematica dell’Università di Trento) e Luciano Covi (direttore Iprase).
Lettura, analisi e interpretazione di dati relativi al tema genere/matematica nei test di ingresso al corso di laurea in Matematica e nelle indagini nazionali e internazionali con Sonia Mazzucchi (docente di Analisi matematica, probabilità e statistica matematica all’Università di Trento), Brunella Fiore (collaboratrice al Dipartimento di Sociologia dell’Università Milano-Bicocca) e Chiara Tamanini (Iprase).
Cristiana Bianchi, Letizia Corazzolla ed Enrica Rigotti (Iprase) racconteranno “Donne e matematica nella storia”.
Secondo incontro – Venerdì 2 marzo, ore 16.30 – Iprase, aula magna (Rovereto – Via Tartarotti, 15)
Stereotipi sociali che condizionano l’apprendimento in matematica con Grazia Priulla (docente di Sociologia dei processi culturali e comunicativi all’Università degli studi di Catania) e Carlo Tomasetto (docente di Psicologia dello sviluppo e dell’educazione all’Università di Bologna).
Cristiana Bianchi, Letizia Corazzolla ed Enrica Rigotti (Iprase) racconteranno “Donne e matematica nella storia”.
Terzo incontro – Venerdì 23 marzo, ore 16.30 – Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale dell’Università di Trento, aula Kessler (Trento – Via Verdi, 26).
Didattica e apprendimento in matematica in un’ottica di genere con Giorgio Bolondi (docente di Didattica della matematica alla Libera Università di Bolzano) e Lorella Carimali (docente di matematica al liceo scientifico “Vittorio Veneto” di Milano).
Cristiana Bianchi, Letizia Corazzolla ed Enrica Rigotti (Iprase) racconteranno “Donne e matematica nella storia”.
Quarto incontro – Venerdì 6 aprile, ore 16.30 – Iprase, aula magna (Rovereto – Via Tartarotti, 15). Prospettive future e orientamento con Susanna Terracini (componente del consiglio direttivo dell’Anvur e presidente dell’associazione scientifica “European Women in Mathematics”) e Patrizia Colella (dirigente del liceo classico “Palmieri” di Lecce e presidente dell’associazione nazionale Donne e Scienza).
Cristiana Bianchi, Letizia Corazzolla ed Enrica Rigotti (Iprase) racconteranno “Donne e matematica nella storia”.