ELEZIONI UNITN. TRIONFA UDU, GONGOLA ATREJU E CROLLA LIST ONE

0
18

Quasi tre mila e cinquecento studenti dell’Università di Trento si sono recati alle urne nelle giornate di ieri e di martedì per eleggere le nuove rappresentanze. Dai dati ufficiali presentati dall’Ateneo si osserva un rilevante tasso di astensionismo, ha votato solamente il 21% degli aventi diritto, che comunque è superiore a quello del 2012 dove si registrò un’affluenza pari al 17%.

Il vero vincitore, se non trionfatore, è stata la lista UDU-UniTiN che ha vinto, si parla di dati del Senato Accademico, con il 60% delle preferenze. Nel 2012, ovvero alla scorsa tornata elettorale, si fermò al 39%. Gabriele Hamel, eletto al Senato accademico per UDU-UniTiN, ha così commentato il risultato: “Studentesse e studenti hanno premiato il lavoro svolto in questi due anni da Udu-Unitin con un’attribuzione di fiducia che non ha precedenti nella storia dell’Ateneo. “

“Per quanto riguarda – continua Hamella mia elezione già da subito voglio dimostrare che la fiducia che 1023 persone hanno riposto in me è riposta bene. Sono risultati che ci responsabilizzano legittimando con forza il ruolo della rappresentanza studentesca. Oggi gli studenti hanno scritto con noi una bellissima pagina di democrazia.”

Un rilevante successo è stato ottenuto dalla lista “indipendente” Atreju che è arrivata ad ottenere il 12% dei consensi. Anche nelle scorse elezioni erano presenti compagini indipendenti o legate al mondo della Destra, ovvero Lista Veramente e Blocco Studentesco, ma nessuna aveva ottenuto un risultato a doppia cifra: la prima ottenne l’8.1% mentre la seconda si fermò al 6%. Luca Erbifori, eletto per Atreju al Consiglio di Facoltà di Sociologia e Ricerca Sociale, ha espresso soddisfazione per il risultato ottenuto. “Ringrazio di cuore tutti, ora da Consigliere di Facoltà non mi resta che iniziare a lavorare per voi.” Al contempo ricorda anche che “Hanno cercato di fermarci in tutti i modi ma nulla ha potuto contrastare l’avanzata di Atreju.”; un chiaro riferimento alcuni atti provocatori subiti nei giorni antecedenti.

Per Erbifori questo è solo l’inizio, infatti: “Iniziamo a lavorare seriamente oggi per conquistare la maggioranza dei seggi tra due anni perché, è proprio il caso di dirlo… il domani appartiene a noi”

Crollo nei consensi per List One. Non si sanno le cause precise di un simile tracollo in termini di consensi ma la lista si è fermata al 26%. Si ricorda che era stata sconfitta di stretta misura alle scorse elezioni studentesche del 2012 mentre si era nettamente affermata alle elezioni per il CNSU nel 2013 con il simbolo di Student Office.

Nonostante il risultato di quest’ultimi, in Senato ci saranno Gabriele Hamel (lista UDU – UniTIN) e Carolina Foglia (lista List One), entrambi iscritti alla Facoltà di Giurisprudenza.  Infine c’è stata una riduzione dei posti assegnati, causa il non raggiungimento del quorum, presso la Facoltà di Psicologia e scienze cognitive e a Lettere e filosofia.

Comments

comments