Fontana (Lega): Intesa con Ministro Salvini per stanziare 2.2 milioni per la lotta al narcotraffico”

Lorenzo Fontana, Ministro della Famiglia e delle Disabilità con delega alle politiche antidroga, è intervenuto a margine dell’intesa raggiunta con il Ministro dell’Interno Matteo Salvini per commentare ed informare la popolazione circa le misure che verranno prese per contrastare l’annoso problema del narcotraffico e dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Il Ministro Fontana attraverso una nota ufficiale ha dichiarato: “Due milioni e duecentomila euro per rafforzare la lotta al narcotraffico e alle nuove sostanze psicoattive: il finanziamento è stato previsto nell’ambito di un accordo – siglato nelle ultime ore al Dipartimento antidroga con il Dipartimento della Pubblica Sicurezza – che ha coinvolto il Ministero per la Famiglia e le Disabilità e il Viminale. In questo modo si rafforza la sinergia tra dicasteri e Forze dell’ordine per il contrasto allo spaccio.”

Entrando nello specifico dell’accordo Lorenzo Fontana ha aggiunto: “Nel dettaglio i 2milioni e 200mila euro finanzieranno il potenziamento dei flussi di informazioni sulle sostanze stupefacenti, la tracciabilità dei percorsi del narcotraffico, la diffusione delle informazioni relative alle nuove sostanze psicoattive, nuove misure per la diffusione dei risultati delle analisi di laboratorio effettuate dalle forze di polizia nell’ambito del Sistema nazionale di allerta precoce. E ancora, l’accordo consentirà di dare maggiore forza all’intelligence per rintracciare i canali web di approvvigionamento delle nuove sostanze psicoattive e di mettere in campo nuove iniziative di prevenzione rivolte ai ragazzi. La lotta all’illegalità, agli spacciatori e al consumo di stupefacenti è per noi prioritaria. “La lotta alla droga può contare su nuovi strumenti e sul potenziamento di quelli esistenti, grazie all’azione di profonda sinergia con il ministro Salvini e con le forze dell’ordine, che ringrazio.”

Infine il Ministro Fontana ha voluto ricordare come questo accordo abbia una rilevanza notevole nella lotta alla diffusione delle droghe classiche e delle nuove sostanze psicoattive, perchè aiuterà ad identificare in maniera molto più dettagliata e rapida i percorsi del narcotraffico e i canali web su cui avviene il traffico illecito di droghe. Perchè “i dati in nostro possesso, le potenti droghe sintetiche sul mercato  e anche i drammatici casi di cronaca– ha concluso Fontana- ci impongono di agire a tutto campo per combattere gli spacciatori di morte e il fenomeno, pericolosissimo, della diffusione delle nuove sostanze soprattutto tra i più giovani.