Fugatti agli Schützen: “Voi trasmettete un forte messaggio identitario”

“Avete creduto in questo ideale che è un ricordo per il passato ma al contempo un forte messaggio per il presente e anche il futuro. Ricordo per il passato perché il nostro territorio ha avuto nel tempo tante difficoltà. È stato un territorio di confine, che ha vissuto tante tragedie, tante guerre. È giusto, anche se sono passati tanti anni, che ci sia la volontà di ricordare, soprattutto per i giovani, nelle scuole e nelle coscienze ciò che è stato e ciò che siamo stati. Voi trasmettete un forte messaggio identitario. Per noi è importante avere forti radici all’interno della nostra autonomia trentina. Voi siete anche l’esempio di ciò che vuol dire essere autonomi, speciali, credendo in se stessi e nei propri ideali”.

Con queste parole il Presidente della Provincia AUtonoma di Trento Maurizio Fugatti è intervenuto, ieri mattina a Pinzolo, presenziando alla cerimonia per il venticinquesimo anniversario di rifondazione della Schützen Kompanie Rhendena.

La mattinata è iniziata di buon’ora con la sfilata delle autorità, delle Compagnie e delle delegazioni di Schützen e Kaiserschuetzen, del Battaglione Judicaria e dei gruppi musicali. Il corteo si è diretto successivamente verso la chiesetta di San Vigilio, dove sono stati pronunciati i discorsi delle autorità presenti, seguiti dalla deposizione della Corona commemorativa al vicino Monumento ai Caduti di tutte le guerre al suono dell’inno “Ich hatte einen Kameraden”, seguito dallo sparo a salva d’onore eseguito dal Battaglione Judicaria, comandato da Dino Cerato.

Infine la commemorazione si è conclusa con una nuova sfilata che ha portato alla chiesa parrocchiale dove il parroco di Pinzolo, don Flavio Girardini, ha celebrato la Santa Messa.