Guglielmi (Fassa) interroga Kaswalder sulla metanizzazione di Canazei

Il Consigliere di Fassa Luca Guglielmi ha presentato, durante la seduta odierna del Consiglio provinciale, un’interrogazione a risposta immediata al Presidente Walter Kaswalder circa il problema della metanizzazione della Valle di Fassa.

Attraverso l’interrogazione il Consigliere Luca Guglielmi ha dichiarato: “La metanizzazione della Valle di Fassa avvenuta circa 20 anni fa ha servito quasi tutti i comuni della Valle, ad esclusione del Comune di Canazei che, a suo tempo, aveva deciso di intraprendere una strada differente rispetto a questa soluzione, lavorando per la progettazione e la realizzazione di una centrale di teleriscaldamento che lo avrebbe reso autonomo”.

Proseguendo nel suo intervento Luca Guglielmi ha poi aggiunto: “Il teleriscaldamento infatti sviluppa pienamente i suoi vantaggi energetici, generando calore, attraverso la cogenerazione: un sistema combinato che produce contemporaneamente elettricità e calore. Le reti di teleriscaldamento che utilizzano centrali a cogenerazione favoriscono il raggiungimento di una maggior efficienza energetica globale. Diversi problemi però, di tipo amministrativo da parte di altri enti e derivanti dalla mancanza di finanziamenti pubblici per questo tipo di intervento decisi nella scorsa legislatura, hanno portato l’attuale amministrazione del Comune di Canazei ad optare per la metanizzazione del Comune stesso. Lo scrivente è a conoscenza del fatto che il precedente bando decennale di concessione e fornitura di tale gas da parte della Provincia di Trento sia scaduto e che la PAT stia lavorando per predisporre la nuova gara di concessione”.

Infine concludendo il suo intervento Luca Guglielmi ha chiesto al Presidente del Consiglio della Provincia Kaswalder quali siano le tempistiche per il nuovo affido della fornitura e quando Canazei potrà usufruire di tali servizi.