Incidente di Bologna, la polo dell’agente di Polizia non era ignifuga ma sintetica al 100%

0
990
photocredit: skytg24

Sono passati appena due giorni dal tragico incidente avvenuto sull’autostrada A4 (nei pressi di Bologna) che ha provocato un morto e più di 140 feriti oltre al crollo di un’intero tratto di autostrada, ma le polemiche non accennano a fermarsi.

Questa volta ad attirare l’attenzione è stata la divisa dell’agente di polizia che per primo ha prestato soccorso bloccando il traffico e gestendo la situazione prima che avvenisse l’esplosione quando ancora sembrava tutto solamente un tragico incidente automobilistico.

La polo dell’agente (poi rimasto ustionato dall’esplosione) non era ignifuga come riportato da alcuni organi di stampa ma di materiale sintetico al 100% al punto da rimanere quasi completamente sciolta dal calore provocato dall’esplosione, questo è quanto ha dichiarato Stefano Paoloni segretario generale del Sindacato Autonomo di Polizia (S.A.P.).  Paoloni ha poi aggiunto come ad oggi le polo ignifughe siano date in dotazione solamente agli agenti del Reparto Mobile, mentre tutti gli altri agenti siano equipaggiati con normali polo sintetiche

Alla luce dei recenti sviluppi, le azioni di salvataggio degli agenti accorsi quasi immediatamente sul luogo dell’incidente raggiungono un valore immenso. Questi uomini hanno letteralmente rischiato la pelle per aiutare gli automobilisti in difficoltà, dimostrando non solo un’altissima professionalità ma sopratutto di possedere un senso civico fuori dal comune.