L. Stabilità. Fraccaro (M5S): Iva pellet al 22% è stangata al Trentino, Patt e Svp complici

0
48

“Renzi continua a penalizzare gli onesti contribuenti per favorire i grandi gruppi di potere. La legge di stabilità conferma l’aumento dell’Iva sul pellet dal 10 al 22%, una misura che danneggerà pesantemente soprattutto le zone come il Trentino-Alto Adige dove gli impianti di riscaldamento utilizzano su larga scala questo combustibile. I partiti di maggioranza, a partire da Patt e Svp, sono complici di un Governo che sa solo fare cassa sulle spalle dei cittadini virtuosi”. Lo dichiara il deputato del MoVimento 5 Stelle eletto in Trentino-Alto Adige / Südtirol, Riccardo Fraccaro.

“Già lo scorso anno – aggiunge – il M5S aveva chiesto di cancellare questo rincaro che costerà ai cittadini 100 milioni di euro, colpendo chi utilizza una risorsa ecosostenibile a vantaggio dei colossi che operano nel settore del gas. Patt e Svp avevano prontamente espresso rassicurazioni sulla volontà del Governo di riportare l’aliquota al 10%, ora invece si rendono nuovamente corresponsabili del salasso di Renzi ai danni del territorio con l’Iva sul pellet più che raddoppiata. I partiti stanno svendendo il Trentino in nome delle poltrone, noi portavoce a 5 Stelle – conclude Fraccaro – continueremo a batterci in difesa della nostra autonomia”.

Comments

comments