L’Ambasciata Russa replica duramente alle accuse di Gianni Riotta

“Egregio Dott. Riotta, Le chiediamo gentilmente di fornirci la fonte ufficiale del suo messaggio. Preferibilmente sul sito della Corte Suprema della Federazione Russa. Altrimenti è una provocazione e #fakenews. Grazie” sono state le parole con cui l’ambasciata russa ha voluto replicare a Gianni Riotta, che poche ore prima aveva rilasciato pesanti e dure  dichiarazioni sulla Corte Suprema russa.

Il famoso giornalista e scrittore italiano naturalizzato statunitense Gianni Riotta, che ora dovrà rispondere delle sue affermazioni, appena poche ore prima attraverso il suo profilo ufficiale Twitter aveva dichiarato: “La Corte Suprema russa concede alla polizia di sequestrare i cellulari a chiunque, russo o no, se posta sui social media critiche al governo” il tutto corredato dagli hashtag #wordcup e #putin.

Le dichiarazioni del giornalista fanno scalpore sopratutto considerato il ruolo di consigliere che ha ricoperto nella Task Force dell’Ue contro le fake news.

In Russia in questi giorni si sta svolgendo il mondiale di calcio, uno degli eventi sportivi e  più seguito del mondo. Il fatto che questa edizione si svolgesse in Russia è stato usato come pretesto per muovere numerose e feroci critiche al paese e al suo presidente Vladimir Putin.

Critiche che fino a questo momento sono state ampiamente smentite dalla precisa e puntuale organizzazione della manifestazione, che ha riportato il Mondiale ad essere una “festa” sportiva per tutti gli appassionati di calcio e dello sport in generale.