“L’ANPI mi ha denunciato per apologia di fascismo perché ho indicato Italo Balbo, il grandissimo aviatore, come un grande patriota italiano”. A scriverlo, sul proprio profilo Facebook, è la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni.

“Davanti alla mannaia giuridica agitata maldestramente per intimorirmi, – continua la Meloni nel suo post sul noto social network – reagisco con una sonora pernacchia. È però l’occasione per affrontare il tema molto serio della libertà di pensiero sotto i governi di sinistra. Vorrei sapere dall’on. Fiano se ritenga che io debba essere perseguita dalla giustizia italiana come vorrebbe l’anpi”.

“Vorrei sapere anche – prosegue la leader di Fdi – cosa ne pensano la presidente Laura Boldrini e il presidente del partito democratico Matteo Renzi.
Perché a questo punto o mi sbattete in galera e bruciate tutti i libri che a vario titolo parlano di personaggi che hanno avuto a che fare con il fascismo, come Marinetti, Gentile o lo stesso Balbo, oppure si capirà chiaramente che le idiozie che avete raccontato in questi anni sul reato di apologia di fascismo erano solo un bieco stratagemma per chiudere la bocca agli avversari politici in campagna elettorale.
Porterò la questione fino alla Presidenza della Repubblica. Ora basta giocare con la democrazia”.