MADRE INDUCE FIGLIA ALLA PROSTITUZIONE

0
13

La figlia di 13 anni indotta a prostituirsi con un uomo più “vecchio” di lei di molti anni, oltre 50 anni di differenza per fare felice un amico di famiglia e per guadagnare dei soldi facili. Con la crisi economica e dopo lo scandalo del Parioli, emergono da tutte le parti d’Italia dei casi di bambine/ragazze che si offrono in cambio di soldi per guadagnare per se stesse o per la famiglia. Il caso in questione accade in una famiglia di Salerno, dove sia la madre della piccola, che il suo sfruttatore sono stati arrestati e rinchiusi nel carcere di Fuorni dopo un mese di indagini. Ambiente famigliare con problemi economici e il sesso come modo per fare soldi sono stati sufficienti per vendere il corpo della giovane ragazza, tra le “mura domestiche”. Con la compiacenza dell’amico di famiglia e un generale silenzio suoi fatti, che non devono però essere passati completamente inosservati, dato l’intervento tempestivo delle Forze dell’Ordine per il ripristino della situazione. Per la donna le accuse di sfruttamento della prostituzione e per l’uomo l’accusa di atti sessuali su minorenni al di sotto dei 14 anni. La ragazzina è stata consegnata al servizio di psicologia, avrebbe avuto rapporti solo con quell’uomo.

Comments

comments