Neanche il Partito Democratico sosterrà il probabile Governo Cottarelli. Ragioni di imparzialità ad avviso del segretario del Pd Maurizio Martina che, durante la riunione del gruppo del Partito Democratico alla Camera, ha dichiarato: “Il Pd sostiene con piena convinzione l’operato del Presidente Mattarella e la scelta di varare un governo neutrale che abbia come scopo fondamentale quello di portare in maniera ordinata il paese alle elezioni anticipate. Una scelta inevitabile vista la decisione opportunista e grave di M5s e Lega di sottrarsi alla prova di governo. Ed è proprio per rispettare lo scopo preciso del governo e la sua necessaria neutralità politica che penso sia opportuno che il Pd si astenga sul voto di fiducia alle Camere, evitando anche cosi’ ogni strumentalizzazione di sorta”.

Una situazione complessa e che sta sempre di più diventando una crisi istituzionale vera e propria. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha intanto convocato al Quirinale il presidente del Consiglio incaricato Carlo Cottarelli per le ore 16.30. Cottarelli dovrebbe comunicare al capo dello stato la lista dei ministri del suo governo.

Intanto Luigi Di Maio continua a promuovere l’alleanza sovranista con Matteo Salvini. Il capo politico del M5S ha detto che verrà fatto “Impeachment se la Lega è d’accordo”.