BOLZANO, 12 MAG – “Dopo le scritte contro gli alpini apparse sui muri di Trento, dove è in corso la 91esima adunata degli alpini, ora anche il muro della sede dell’Ansa di Bolzano è stato imbrattato con la scritta ‘Alpini assassini stupratori’ con a fianco il simbolo degli anarchici”. A riportarlo, attraverso una nota stampa, è ANSA, che riferisce di essere stata presa d’assalto, con scritte ingiuriose rivolte nei confronti degli alpini.

“Ieri – ricorda ANSA – sulle linee ferroviarie del Brennero e della Valsugana sono state sabotate tre centraline ferroviarie per la regolazione della velocità dei treni, causando disagi fino nel primo pomeriggio”. Nei giorni scorsi a Trento era stata presa di mira anche la vetrina del negozio ufficiale che vende articoli dedicati agli alpini. Diverse inoltre le scritte sui muri contro gli alpini apparse a Trento e su quelli della facoltà di sociologia dell’Università degli studi di Trento, poi occupata dagli anarchici creando disagi e grandi polemiche, da parte dell’opinione pubblica tutta, a livello nazionale.

Insomma, dopo aver imbrattato i muri della città, oltre a quelli di sedi istituzionali e dopo aver provato a creare disagi, provocando danni alla circolazione ferroviaria – con il chiaro intento di rovinare i piani agli amministratori della 91^ adunata degli alpini – ora è la volta delle sedi (una, in particolare al momento) dei giornali e delle agenzie stampa.