“Non sparate a salve, sparate a Salvini”. La scritta è comparsa in via D’Azeglio a Parma su un palazzo nei pressi di un plesso universitario. E i toni del messaggio non lasciano certo spazio a fraintendimenti.

Ed è proprio Salvini che, sul proprio profilo facebook, rilancia l’accaduto con un post corredato da foto, in cui commenta: “Questa la scritta comparsa a Parma. Mi fanno pena. Io non ho paura, andiamo avanti! Prima gli italiani”. Foto che il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha pubblicato anche su twitter, ricevendo nel giro di pochi minuti numerosi commenti e reazioni da parte del popolo del web.

“Solidarietà a Matteo Salvini per le scritte minacciose comparse a Parma. Da parte nostra nessuna violenza, nessuna minaccia troverà mai appoggio. Combattiamo la politica di Salvini con la forza delle nostre idee. No alla violenza” afferma tra i primi Emanuele Fiano, della presidenza del Gruppo Pd della Camera.

“La cultura non abita qui e nemmeno l’educazione” afferma invece la deputata parmigiana della Lega Laura Cavandoli.

Ora, sulla scritta comparsa ad opera di ignoti dipinta sul muro di un palazzo nei pressi di un plesso universitario si sta indagando. Magari proprio grazie all’utilizzo di qualche telecamera presente nella zona.