Per Moranduzzo (Lega), servono nuove misure di contrasto all’uso di droghe

CS POLIZIA DI STATO E PRESIDENTE PAT STAZIONE AUTOCORRIERE / in foto cane antidroga unitˆ cinofila con agente polizia FOTO DI ALESSIO COSER

Il Consigliere provinciale della Lega Salvini Trentino Devid Moranduzzo è intervenuto ieri, attraverso una nota, per esprimere il proprio punto di vista circa il drammatico problema della diffusione e del consumo di droga sul territorio trentino.

Devid Moranduzzo dopo aver evidenziato come sia necessario produrre nuove strategia per contrastare l’utilizzo di droghe pesanti in Trentino ha aggiunto: “sebbene ci sia un incredibile lavoro da parte di coloro che combattono il narcotraffico e da parte di coloro che cercano di fare uscire dal tunnel della droga molti giovani, vi è la necessità di studiare e di analizzare nuove modalità di contrasto all’uso di stupefacenti anche alla luce dei cambiamenti in una società diversa da quella di vent’anni fa”.

Il Consigliere di Lega Salvini Trentino ha poi proseguito ribadendo come la soluzione non possa e non debba essere la legalizzazione delle sostanze stupefacenti, dato che questo non comporterebbe la soluzione del problema anzi, contribuirebbe solamente ad acuirlo senza produrre alcun beneficio.

“Stiamo parlando infatti di sostanze che creano dipendenza e che alternano, stravolgendo, il comportamento dei consumatori” ha infine concluso il Consigliere Devid Moranduzzo.