Pontida 2019, presente anche Lega Salvini Trentino. Fugatti: “Venire a Pontida ti ricarica e fa capire la genesi della Lega e dei suoi ideali”

lega pontida

Oggi a Pontida in provincia di Bergamo è in programma l’annuale raduno della Lega. L’evento, in programma sin dal 1990, si tiene in memoria del celebre “Giuramento di Pontida” del 1167 quando venne creata la “Lega Lombarda” per contrastare Federico I Barbarossa ed ogni anno vede arrivare da ogni parte d’Italia migliaia di simpatizzanti per festeggiare insieme la Lega.

Quest’anno la kermesse di Pontida si appresta ad essere un’evento super, con la più alta partecipazione di sempre, secondo le previsioni degli organizzatori e vedrà susseguirsi, sul palco principale, tutte le personalità di spicco della Lega.

Intorno alle ore 12.30 sul palco della manifestazione è salito il Presidente Maurizio Fugatti con tutta la delegazione della Provincia Autonoma di Trento della Lega. Il Presidente dopo aver salutato i manifestanti ed essersi complimentato con loro per essersi esposti in favore della libertà, dell’autonomia e dell’autogoverno, ha aggiunto: “Venire a Pontida ti ricarica e ti fa capire qual’è la genesi della Lega e dei suoi ideali. E venire qua da terra d’Autonomia mentre in altre regioni si sono svolti refendum per l’Autonomia come in Veneto e in Lombardia”.

Proseguendo nel suo intervento Maurizio Fugatti ha poi precisato: “e a Veneto e Lombardia noi veniamo a dire che la loro libertà è la nostra libertà, la loro Autonomia è la nostra Autonomia. Perchè quando una terra chiede autonomia le altre terre devono essere al loro fianco, perchè la crescita dell’Autonomia è un percorso virtuoso che riguarda tutti i territori. E quando regioni virtuose come il Veneto e la Lombardia, dove hanno già dimostrato di essere in grado di gestire le proprie competenze, chiedono Autonomia noi siamo al loro fianco dicendo chiaramente che Autonomia è sinonimo di responsabilità, di capacità di gestire le risorse, di gestire le competenze e quei territori che hanno già dimostrato di saper fare così l’Autonomia se la meritano. La devono avere, glielo ha chiesto il loro popolo”.

Successivamente il Presidente della Provincia Autonoma di Trento ha ricordato come la Lega in Trentino si stia impegnando per mantenere le promesse elettorali ponendo la gente locale al primo posto. Evidenziando: “in Trentino oggi si applicano i dieci anni per avere l’alloggio pubblico, e allora bisogna mettere la regola che se non fai il bravo negli alloggi pagati da noi nostri nonni e dai nostri padri te ne devi andare perchè altrimenti non fai il bene della società civile”.

Maurizio Fugatti ha poi parlato delle politiche sociali attuate dalla Lega, analizzando come in Trentino, anche attraverso la ridestinazione di risorse che una volta venivano impiegate per l’integrazione e la cooperazione internazionale, tali risorse siano state messe a disposizione del popolo trentino e di chi ne ha veramente bisogno, come richiesto a gran voce dalla popolazione.

“Ed anche nella politica dei migranti, gli ultimi sbarchi che sono avvenuti nella notte ci ricordano quando al confine del Brennero i migranti volevano uscire per andare in Austria e il nostro territorio era diventato la Lampedusa del Nord, se lo dimentichino ora perchè i territori non sono d’accordo” ha poi precisato il Presidente Fugatti.

Infine, concludendo il suo intervento, Maurizio Fugatti ha ricordato la figura di Enzo Erminio Boso, scomparso qualche mese fa.