Punto Nascite di Cavalese. Cavada (Lega): “Sostenere la linea politica dell’Assessore Segnana”

Il Consigliere di Lega Salvini Trentino Gianluca Cavada nella giornata odierna è tornato, attraverso una nota, a parlare della delicata situazione del Punto Nascite di Cavalese.

Gianluca Cavada ha iniziato il suo intervento ricordando come a seguito delle battaglie e iniziative provinciali sia stata concessa, da Roma, una deroga unica in Italia per far riaprire il Punto Nascite di Cavalese lo scorso dicembre.

Entrando nel merito dell’utilità del punto nascite il Consigliere della Lega ha poi proseguito: “Questo servizio offre alle future mamme la possibilità di partorire in un ambiente accogliente e sicuro, con l’opportunità per le famiglie, che arrivano da tutta Italia, di alloggiare gratuitamente in una struttura della zona. L’importanza di suddetta struttura, chiesta a gran voce e con molte battaglie dai cittadini, è di conseguenza innegabile ed è il riferimento per le future mamme delle valli di Fiemme, Fassa e Cembra“.

Infine, concludendo il suo intervento Gianluca Cavada ha voluto rispondere al Consigliere di Futura 2018 Paolo Ghezzi che aveva presentato un’interrogazione rivolta all’Assessore della Sanità Stefania Segnana sui costi della riapertura del punto nascite: “Ciò che forse non è chiaro a Ghezzi, che si focalizza solamente sui costi della sanità, è il fatto che è proprio il punto nascita a permettere il mantenimento di altri servizi essenziali, come la pediatria, la ginecologia e la presenza dell’anestesista, 7 giorni su 7, per tutti, per qualsiasi urgenza. Ritengo quindi fondamentale supportare la linea politica dell’Assessore Segnana che predilige e tutela quell’attenzione sanitaria chiesta a gran voce da tutti i cittadini“.