Rapina con siringa a Trento: Fugatti (LN) chiede – ancora una volta – le dimissioni di Andreatta

0
25

La rapina con bottino di 6000€ avvenuta ieri in pieno centro a Trento con vittima una famiglia di turisti, rappresenta la classica goccia che fa traboccare il vaso della illegalità diffusa che è presente nel capoluogo trentino.

Dopo Babbo Natale di piazza Dante che ha dichiarato nei giorni scorsi che lo spaccio si svolge a cielo aperto nella totale indifferenza di chi dovrebbe vigilare, i fatti di ieri riportano alla attenzione un problema mai affrontato seriamente e mai risolto dal sindaco Andreatta.

Un sindaco ormai inesistente nella gestione del problema della sicurezza, senza una maggioranza che sappia sostenere scelte forti in questo settore, non può più garantire la speranza di un futuro migliore per la città di Trento.

Andreatta, giunto a questo punto, dovrebbe trarre l’esempio dei suoi colleghi del PD Marino di Roma e Spagnolli di Bolzano, dimettendosi prima che lo facciano dimettere o il corso degli eventi tragici che accadono in città ormai quasi quotidianamente, o la sua stessa maggioranza che ormai vacilla al primo stormir di fronda.

Andreatta dovrebbe compiere una scelta di dignità, permettendo così ai suoi concittadini di scegliere un Sindaco in grado di far fronte a tutti i problemi che Trento continua ad avere.

Non bastano le graduatorie di Italia Oggi a far credere che Trento sia una città sicura.  Quelle graduatorie riguardano altre questioni per le quali giustamente Trento è al primo posto.

Comments

comments