Repubblica Ceca. Giovane si tatua in fronte logo di un sito internet per soldi

Su Internet negli ultimi anni stanno spopolando video in cui ad ignari passanti vengono offerte cifre considerevoli per compiere azioni stravaganti. Questo tipo di intrattenimento sta riscuotendo molto successo in piattaforme come YouTube o Facebook, che vedono sempre più utenti cimentarsi in queste particolari e discutibili “challenge”.

Di solito ai partecipanti di queste sfide viene richiesto di cimentarsi in prove ridicole e dalle conseguenze modeste come: baciare uno sconosciuto, rasarsi i capelli “a zero” o rendersi ridicoli in pubblico. In Repubblica Ceca però, sembra essere stato oltrepassato il limite con un ragazza che si è tatuata sulla fronte il logo di un sito internet per 100.000 Corone ceche (poco meno di 4000 euro).

L’impresa della giovane ragazza è stata documentata, lo scorso 26 ottobre, con un video caricato sul canale ufficiale Youtube del sito internet “Free1cz”.

Il video evidenzia come la ragazza venga avvicinata, per strada, da alcuni membri del sito (che non vengono mai inquadrati) che le propongono di tatuarsi il logo di Free1cz sulla fronte per 20.000 corone. Dopo una breve contrattazione l’accordo viene raggiunto a fronte di un corrispettivo di 100.000 corone e la ragazza viene scortata da un tatuatore.

Durante il tragitto verso lo studio di tatuaggi alla ragazza viene chiesto come mai abbia accettato una proposta così folle, la giovane candidamente risonde che quella cifra le permetterà di sistemare il proprio appartamento e di potersi occupare, con maggior tranquillità dei due figli.

La scena poi si sposta dal tatuatore dove la giovane viene ripresa durante il tatuaggio, mostrando alle telecamere il dolore che tatuarsi in una zona così delicata del corpo comporta. Infine, una volta terminato il tatuaggio la ragazza si allontana con i soldi.

Circa un mese dopo, il 28 novembre 2018, sul canale YouTube di Free1cz è comparso un secondo video in cui la ragazza commentando la sua precedente decisione ha dichiarato di non essersi pentita del tatuaggio, rifiutando però di partecipare ancora ad un “contest” simile.