Rio Valsorda: critica la situazione del canale. Guglielmi (Fassa) presenta un’interrogazione

Luca Guglielmi, Consigliere Provinciale di Fassa, ha presentato questa mattina durante la seduta del Consiglio Provinciale un’interrogazione a risposta immediata circa la situazione del Rio Valsorda e dell’abitato di Forno di Moena.

Attraverso l’interrogazione Luca Guglielmi ha dichiarato: “l’abitato di Forno di Moena è attraversato dal Rio Valsorda, lo stesso, dopo la forte catastrofe naturale dell’autunno 2018 ora si presenta in fase critica e gli abitanti sono fortemente preoccupati da eventuali sviluppi derivanti dalla situazione in cui il canale versa”.

Specificando la situazione critica il Consigliere di Fassa ha aggiunto: “preoccupazione che nasce dalla conoscenza storica del detto letto d’acqua, diverse volte infatti nel passato è esondato ed ha creato diversi danni materiali e situazioni di sconforto per il paese di Forno. Attualmente sul percorso del rio si possono contare circa 500 piante abbattute dal vento, di proprietà (in diverse percentuali) del Comune di Moena, del Feudo e della Magnifica Comunità di Fiemme. Non bastasse, l’unica briglia a valle del rio risulta essere occupata in percentuale abbastanza elevata dal materiale trasportato dalle acque durante il nubifragio. Solo nel luglio 2018, dopo la “bomba d’acqua” che ha colpito il Comune di Moena, dal rio Valsorda sono scese a valle diverse migliaia di metri cubi di materiale che hanno invaso la S.S.48 delle Dolomiti”.

“Oltre a ciò, la strada forestale che permette di raggiungere la parte più alta del rio risulta attualmente interdetta, impedendo così di pervenire al pubblico acquedotto comunale. Tutto ciò premesso per capire se l’Assessore competente ed in generale la Giunta provinciale siano a conoscenza di quanto sopra e cosa intendano fare e in che tempi per rassicurare gli abitanti di Forno” ha poi concluso il Consigliere Luca Guglielmi.