Sale tensione in Venezuela, volo Parigi-Caracas in volo sull’Oceano torna indietro. Vietato volo a aerei privati

A partire da ieri le "operazioni o circolazione sul territorio nazionale" dei "velivoli classificati di aeronautica generale e privata" sono proibite

Un Airbus A330 della compagnia aerea francese Air France, partito da Parigi e diretto alla capitale venezuelana di Caracas, mentre era in volo sull’Atlantico è tornato indietro, per quelli che sono stati definiti “potenziali motivi di sicurezza”, sarebbero correlati alla situazione di tensione a Caracas.

Lo segnala il servizio di tracciamento del servizio “Flightradar24”. L’allarme, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, è scattato dopo che l’Istituto Nazionale per l’Aeronautica Civile (Inac) venezuelano ha chiuso lo spazio aereo ai velivoli privati, secondo una circolare pubblicata dai media nazionali.

A partire da ieri le “operazioni o circolazione sul territorio nazionale” dei “velivoli classificati di aeronautica generale e privata” sono proibite, si legge nella circolare. La nota fa riferimento a due articoli della legge che regola il traffico aereo in Venezuela, che stabiliscono che anche se la navigazione aerea è libera, il governo nazionale può “restringere, sospendere o proibire temporaneamente” la circolazione dei velivoli “per motivi di sicurezza del volo, interesse pubblico, sicurezza o difesa”.