Ha scelto il Trentino per continuare le sue vacanze il Ministro degli Interni Matteo Salvini. Il segretario federale della Lega trascorrerà dunque alcuni giorni presso la sua casa a Pinzolo per poi tornare al lavoro a Roma.

La notizia arriva attraverso il profilo Instagram del Ministro, dove si può osservare una foto con la seguente didascalia: “Porcini freschi appena raccolti (non da me) con un filo d’olio: grazie Trentino!“. Un messaggio particolarmente culinario, teso ad apprezzare i prodotti tipici del Trentino.

Nonostante la matrice culinaria del post, tuttavia, non sono mancate polemiche. Un profilo, infatti, ha accusato Salvini di non essere capace di raccogliere i funghi, aggiungendo che non essendo il Ministro dell’Interno in grado di gestire un Paese, gli sembra impossibile che sappia gestire anche solo un orto.

Dettagliatissima – e argutissima – la risposta di Salvini: “1) I porcini non crescono nell’orto; 2) Mi ha insegnato mia nonna ad andare a funghi nei boschi quarant’anni fa, quando ho tempo lo faccio ancora oggi; 3) Il Paese lo stiamo gestendo, da due mesi, penso dignitosamente; 4) Ma tu il lunedì sera non hai altro da fare che disturbare il prossimo?“.

Polemiche a parte, non è la prima volta che Salvini trascorre parte della stagione estiva in Trentino: non sono infatti mancate negli anni feste della Lega organizzate proprio nel periodo delle ferie per sfruttare la presenza del Segretario federale. Nel 2014, ad esempio, Salvini presenziò alla festa della Lega, tenutasi a Bocenago.