Strage di via D’Amelio. Meloni: “Depositata proposta di legge per fare chiarezza sull’omicidio di Borsellino e la sua scorta”

Il presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni è intervenuta nella giornata odierna per parlare dell’iniziativa di Fratelli d’Italia che ha depositato una proposta di legge per l’istituzione di una commissione d’inchiesta sull’attentato di via D’Amelio.

La strage di via D’Amelio è stato un attentato terroristico di stampo mafioso avvenuto a Palermo il 12 luglio 1992, nel quale persero la vita il magistrato Paolo Borsellino e i 5 agenti della sua scorta.

Giorgia Meloni in merito all’iniziativa di Fratelli d’Italia ha aggiunto: “dopo quasi 27 anni e numerosi processi celebrati, l’Italia non conosce ancora la verità sulla strage di via D’Amelio. Il vortice di accuse, calunnie e depistaggi, conclamati e da accertare, rendono questa pagina della nostra storia ancor più buia. E la recente inchiesta della Procura di Messina è solo l’ultimo tassello di questo puzzle”.

Proseguendo nel suo intervento Giorgia Meloni ha evidenziato come la politica debba fare la sua parte, attraverso azioni tangibili e concrete, per fare definitivamente luce sull’assassinio di Paolo Borsellino e dei suoi agenti.

“Fratelli d’Italia ha depositato una proposta di legge per istituire una commissione parlamentare d’inchiesta sulla strage di via D’Amelio e rivolge un appello a tutte le forze politiche a sostenerla. Appurare la verità è un atto dovuto nei confronti della memoria delle vittime e di tutti gli italiani onesti che, nell’esempio di Falcone e Borsellino, si battono ogni giorno per liberare l’Italia dall’oppressione mafiosa” ha poi concluso la Presidente Giorgia Meloni.